⚫️ Tutta Brescia in lutto: dopo il malore in campo il 14enne Filippo non ce l’ha fatta

I genitori del 14enne, con un grande gesto di umanità e altruismo, hanno autorizzato l'espianto degli organi

0
Foto generica da Pixabay

Qualunque sia la spiegazione medica non basta. Non si può morire a 14 anni per un malore. O meglio: succede, ma il dolore per chi resta è troppo grande. Purtroppo Filippo Gilberti non ce l’ha fatta e ora sono in tanti a piangerlo.

Il giovane (che aveva appena finito le medie e avrebbe presto iniziato le superiori in un istituto tecnico), come noto, è stato colpito da un improvviso malore venerdì sera, mentre stava effettuando il suo primo allenamento sul campo da calcio della Polisportiva Verolavecchia. Era con i futuri compagni di squadra quando si è improvvisamente accasciato al suolo e il suo cuore si è fermato.

Il personale sanitario è intervenuto prontamente e lo ha rianimato. Quindi è seguita la disperata corsa verso la Terapia intensiva pediatrica del Civile. Ma purtroppo non c’è stato niente da fare: le sue condizioni sono peggiorate fino al decesso, avvenuto nel pomeriggio di ieri.

I genitori del 14enne, con un grande gesto di umanità e altruismo, hanno autorizzato l’espianto degli organi. Restano da definire giorno e ora dei funerali.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome