🔴 Baby calciatore ucciso da un malore: la Procura apre un’inchiesta

La salma del 14enne, oggi, farà ritorno a casa: la camera ardente sarà allestita nella chiesa parrocchiale dei Santissimi Pietro e Paolo Apostoli

0
Palagiustizia di Brescia, foto d'archivio

Qualsiasi spiegazione di quanto accaduto non potrà lenire il dolore di chi conosceva Filippo Gilberti. Ma la procura di Brescia ha deciso di aprire un’inchiesta in relazione alla sua morte per far luce sui fatti.

Come noto, il 14enne di Verolavecchia si era presentato al campo della per la sua prima prova (inizialmente si era parlato di un allenamento). Ma durante il gioco si è improvvisamente accasciato al suolo. Immediata la corsa in ospedale: purtroppo non c’è stato nulla da fare, il giovane è morto nel pomeriggio di mercoledì.

La procura ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio colposo, ma al momento non ci sono indagati. L’obiettivo è fare chiarezza sull’accaduto e capire se la tragedia si sarebbe potuta evitare.

Nel frattempo, questa mattina, la salma del 14enne farà ritorno a casa: la camera ardente sarà allestita nella chiesa parrocchiale dei Santissimi Pietro e Paolo Apostoli.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome