🔴 Morte di Diva Borin, il 37enne che si occupava di lei assolto dall’accusa di omicidio

Secondo gli investigatori il movente del presunto omicidio sarebbe stato da cercare nel fatto che la donna aveva nominato Spina (che prima del processo aveva rinunciato all'eredita) tra i propri eredi. L'accusa aveva chiesto per lui 14 anni e 4 mesi di carcere

0
Diva Borin, l'anziana assassinata nella sua abitazione
Diva Borin, l'anziana assassinata nella sua abitazione

Non ha commesso un omicidio. Il Gup, nella giornata di oggi, ha assolto Salvatore Spina dall’accusa di aver strangolato fino alla morte l’86enne Diva Borin.

La donna era stata trovata morta nella sua abitazione di via Ballini, a Urago Mella. Era il 2019: subito era emersa l’ipotesi che l’anziana fosse stata strangolata con un foulard e i sospetti erano caduti sul 37enne, che da tempo si prendeva cura di lei aiutandola con la spesa e con altre faccende pratiche.

Secondo gli investigatori il movente del presunto omicidio sarebbe stato da cercare nel fatto che la donna aveva nominato Spina (che prima del processo aveva rinunciato al lascito) tra i propri eredi.

L’accusa aveva chiesto per lui 14 anni e 4 mesi di carcere. Mentre la difesa – dopo aver scelto il rito abbreviato – aveva invocato l’assoluzione. Decisiva, per l’assoluzione di Spina, potrebbe essere stata la mancata coincidenza tra i tempi della morte della donna e la presenza in loco dell’uomo.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome