🔴 Fece esplodere casa, poi fuggì in Spagna: condannato a tre anni

Le esplosioni avrebbero potuto far saltare un'intera palazzina di via Ziziola

0
foto generica da Pixabay

E’ stato condannato a 3 anni e 20 giorni di carcere, per detenzione di materiale esplodente il 38enne – pregiudicato – che nella notte tra il 13 e il 14 giugno del 2021 provocò – mentre maneggiava polvere pirica – due esplosioni nella sua abitazione, rischiando di far saltare un’intera palazzina di via Ziziola.

Per il giovane l’accusa aveva chiesto 3 anni e 8 mesi. Il 38enne aveva preparato “un congegno” fatto con polvere da sparo modificata e inneschi. Ma qualcosa era andato storto e ne erano seguite esplosioni e fiamme. Il 38enne rimase anche gravemente ferito, ma per fortuna non ci furono altri danni a cose o persone.

Dopo l’arresto e le dimissioni dall’ospedale, il 38enne fuggì in Spagna dove venne individuato due mesi dopo. Oppose resistenza all’arresto e nella colluttazione un agente iberico rimase ferito.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome