🔴 Presunti abusi sulle figlie minorenni della ex: condannato a 13 anni, ma è sparito

I fatti risalgono al periodo tra il 2013 al 2019 e all'epoca le ragazzine - che avrebbero dichiarato di aver subito diversi tentativi di violenza - frequentavano le scuole medie. Dalla coppia erano poi nati altri due bimbi: il 57enne era stato accusato di aver abusato anche di loro, ma è stato assolto

0
Abusi e violenza, foto simbolica da Pixabay

La condanna è pesante, ma lui al momento non si trova. Un 57enne bresciano è stato condannato a 13 anni di carcere con accuse gravissime: avrebbe ripetutamente abusato delle figlie minorenni della ex compagna.

I fatti risalgono al periodo tra il 2013 al 2019 e all’epoca le ragazzine – che avrebbero dichiarato di aver subito diversi tentativi di violenza – frequentavano le scuole medie. Dalla coppia erano poi nati altri due bimbi: il 57enne era stato accusato di aver abusato anche di loro, ma è stato assolto.

Dell’uomo, comunque, non ci sono tracce da tempo, da quando la Cassazione ha deciso di aggravare la misura del divieto di avvicinamento a cui era sottoposto, stabilendo l’ingresso in carcere.

Il pm aveva chiesto per lui 12 anni e mezzo, mentre la difesa aveva invocato l’assoluzione. La pena è stata maggiore delle richieste della pubblica accusa. L’uomo è stato inoltre condannato a un risarcimento di 100mila euro alla ex e alle figlie.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome