🔴 Elezioni regionali: ecco chi sono i possibili candidati bresciani

Per essere eletti in Regione, oltre a convincere la segreteria del proprio partito, bisogna prendere le preferenze. E dunque è impossibile predeterminare l'esito del voto

0
Sede della Regione Lombardia, foto da Wikipedia

Le elezioni regionali, come quelle per la Loggia, si avvicinano a grandi passi e non è detto che i candidati presidenti siano soltanto due. Di seguito proviamo a fare il punto dei possibili aspiranti consiglieri nei partiti principali, con una premessa importante: per essere eletti in Regione, oltre a convincere la segreteria del proprio partito, bisogna prendere le preferenze. E dunque è impossibile predeterminare l’esito del voto, a differenza di quanto accaduto alle politiche.

REGIONALI 2023, I POSSIBILI CANDIDATI

FDI

La lista dei possibili consiglieri comprende innanzitutto i nomi di Paolo Inselvini, Diego Zarneri (uno dei riferimenti della corrente Santanché) e Gianpaolo Natali (consigliere in Loggia). Ma nell’elenco ci sono anche il consigliere comunale Mattia Margaroli e numerosi amministratori locali.

LEGA

Nella Lega appare quasi certa la ricandidatura degli uscenti Francesca Ceruti, Francesco Paolo Ghiroldi, Federica Epis e Floriano Massardi. Ma potrebbero non mancare i colpi di scena, visto che dalle elezioni per il parlamento sono rimasti esclusi Eva Lorenzoni (che però sarebbe comunque orientata verso Roma), il valtrumplino Matteo Micheli e il camuno Beppe Donina (l’altro camuno, Davide Caparini, verosimilmente non sarà in lista ma aspetterà la nuova chiamata per la giunta). Ma resta da chiarire anche la posizione degli dell’assessore uscente Fabio Rolfi, possibile candidato del centrodestra alle prossime comunali.

FORZA ITALIA

In Forza Italia appare scontata la ricandidatura degli uscenti Simona Tironi, Claudia Carzeri e Gabriele Barucco. Salvo che subentrino ancora logiche extraterritoriali come quella che hanno portato in città la candidatura di Maurizio Casasco.

PD

Nel Pd, al momento, l’unica certezza appare essere quella di Emilio Del Bono, che probabilmente si presenterà in tandem con Miriam Cominelli. Sempre che al sindaco di Brescia non venga proposto di fare il candidato presidente se Cottarelli rifiutasse. Ma i nomi dei possibili candidati non mancano, e comprendono l’assessore Federico Manzoni, il segretario Michele Zanardi e il presidente della Provincia Samuele Alghisi. C’è poi da definire l’eventuale indicazione della Valcamonica, anche se Pier Luigi Mottinelli potrebbe fare un passo indietro in caso di candidatura dell’amico Del Bono a consigliere.

SINISTRA ITALIANA – VERDI

Per la lista Sinistra-verdi è probabile che si presentino Donatella Albini (Sinistra Italiana) e Dario Balotta (Verdi).

M5S

I nomi degli aspiranti consiglieri sono numerosi e l’uscente Dino Alberti non potrà ricandidarsi. Resta da capire se l’incompatibilità del doppio mandato vale anche per l’ex reggente Vito Crimi e l’ex sottosegretario Claudio Cominardi, che però potrebbero anche ottenere incarichi romani. Tra i nomi noti c’è anche quello del capogruppo in Loggia Guido Ghidini. Ma le primarie online potrebbero essere una sorpresa, dove qualcuno si potrebbe affermare per pochi voti. Non sono escluse le ricandidature di Annamaria Bonettini, Teresa Tamborino, Amedeo Paccagnella (già in corsa per il Parlamento).

TERZO POLO

Nel terzo polo le dinamiche interne ai due partiti ancora molto fluide, con continui arrivi. Tra i possibili candidati ci sono Giorgio Ferrari, Maria Emma Sala e Annalisa Baroni (già in corsa per Roma). Ma se aderisse ad Azione (ipotesi indicata da alcuni e smentita da altri) un posto potrebbe essere riservato all’ex assessore forzista Alessandro Mattinzoli (qualcuno aveva parlato anche di un avvicinamento al movimento dell’ex leghista Raffaele Volpi, ma si tratta di voci prive di fondamento). Nell’elenco dei papabili anche Guido Galperti e Dionigi Guindani. Resta da capire cosa deciderà di fare il coordinatore di Italia Viva a Brescia Gianbattista Groli.

GLI ALTRI

Fra le posizioni da chiarire c’è quella di Viviana Beccalossi, ex leader della destra bresciana, che potrebbe essere in campo con una civica a sostegno del nuovo candidato presidente della coalizione. Ma a molti non sono sfuggiti alcuni suoi post social dopo il voto a elogio o in difesa di Giorgia Meloni: che sia l’inizio di un riavvicinamento?

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome