🔴 Caso del bidello Gerardo e della dirigente, all’Arnaldo arrivano anche Le Iene

Nel frattempo Gerardo tace e ha preso aspettativa dal lavoro. Comunque vada e da qualunque parte stia la verità, lui appare come una delle vittime di questa vicenda

0
Liceo Arnaldo, foto da Google Maps
Liceo Arnaldo, foto da Google Maps

Il momento della verità sarà mercoledì, quando il direttore dell’ufficio scolastico provinciale Giuseppe Bonelli arriverà nell’istituto. Poi, venerdì, si terrà un’assemblea di docenti e collaboratori scolastici.

All’Arnaldo, in attesa di svolte, si continua a far lezione “normalmente”, ma il caso del bidello Gerardo continua a tenere banco e ad interessarsene sono, sempre di più, anche i media nazionali.

Stamane, infatti, nel liceo classico di Corso Magenta si sono presentati anche gli inviati delle Iene, che avrebbero parlato con alcuni docenti e con la dirigente Tecla Fogliata.

Il caso, come ormai noto, è scoppiato venerdì, quando gli studenti hanno deciso di convocare un’assemblea chiedendo spiegazioni alla dirigente, che – secondo una versione dei fatti – avrebbe ordinato all’assistente di lavarle l’auto. La donna, in più di una dichiarazione, ha però negato, affermando che sarebbe stato Gerardo a offrirsi. Difficile dire al momento dove sta la verità, ma la certezza è che gran parte dei docenti si sono schierati contro la dirigente, accusandola anche di altro.

Nel frattempo Gerardo tace e ha preso aspettativa dal lavoro.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome