🔴 Coronavirus, il governo ha deciso: stop ai vaccini obbligatori per i medici, ma restano le mascherine

Nello stesso testo l'esecutivo Meloni ha varato anche il carcere ostativo e l'inasprimento delle pene per chi organizza rave party illegali

0
Giorgia Meloni, Wikipedia, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

A partire da domani i medici e gli infermieri che si sono rifiutati di sottoporsi al vaccino potranno tornare in servizio. A deciderlo è stato oggi il governo presieduto da Giorgia Meloni, che ha varato un unico decreto legge contente anche altre novità.

Il provvedimento sugli operatori sanitari è stato giustificato dalla presidente del Consiglio con l’immediato reintegro di 4mila dipendenti (medici, infermieri e altro personale) attualmente fuori servizio, che andranno a risolvere parzialmente il problema degli organici. Contestualmente, però, il Governo ha confermato l’obbligo di mascherine per chi lavora all’interno di ospedali e strutture per anziani, ma anche per i visitatori (assecondando, dunque, le richieste della Lombardia e di altre Regioni).

Nello stesso testo l’esecutivo Meloni ha varato anche il carcere ostativo (ovvero la decadenza delle attenuanti per chi non collabora) e l’inasprimento delle pene per chi organizza rave party illegali. Per gli organizzatori è prevista una pena fino a 6 anni di carcere (oggi sono 2), con multe da 1.000 a 10.000 euro. Inoltre si procede d’ufficio “se il fatto è commesso da più di 50 persone allo scopo di organizzare un raduno dal quale possa derivare un pericolo per l’ordine pubblico o la pubblica incolumità o la salute pubblica”.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome