Vermi nei dolcetti: Halloween disgustoso a Gardone Riviera

Halloween più che mai disgustoso per i bambini di Gardone Riviera, la nota località sul lago di Garda.

0
L'immagine dei vermi nei dolcetti postata sul gruppo Facebook

Un Halloween più che mai disgustoso per i bambini di Gardone Riviera, la nota località sul lago di Garda.

Sebbene la tradizione imponga, nella notte in cui secondo i Celti si assottigliava il confine tra il mondo dei vivi e quello dei morti, l’iconica domanda “dolcetto o scherzetto?”, di certo non ci si aspetta che ai bambini che bussano alle porte nella serata del 31 ottobre venga fatto qualcosa di male. Gli scherzetti dovrebbero infatti essere sì di natura goliardica ma di certo non pericolosi né tanto meno ripugnanti oltre il limite. Soprattutto non ci si aspetta che lo “scherzetto” venga proposto nello stesso momento in cui si offrono dei dolcetti.  Questo è quello che sarebbe avvenuto a Gardone Riviera secondo quanto riferisce un utente del gruppo Facebook “Sei di Gardone Riviera se”. Nello spazio social si riporta infatti, con tanto di fotografia allegata, di cioccolatini offerti ai bambini contenenti vermi vivi. L’ipotesi più plausibile, a discolpa di chi ha donato i dolcetti, è però che si trattasse di cioccolatini di vecchia data, che forse sarebbe stato semplicemente meglio buttare.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome