🔴 Paura a Lonato: ex parà entra in armeria e carica una pistola, fermato con il taser

Per placarlo sarebbe stato necessario l'intervento di ben quattro pattuglie dei carabinieri, che hanno dovuto ricorrere al taser per placarlo. Il 45enne è stato ricoverato in ospedale, ovviamente sorvegliato a vista.

0
Pistola, foto generica da Pixabay (non si riferisce direttamente all'articolo in questione)

Momenti di terrore, ieri a Lonato, dove un 45enne italiana – secondo alcune fonti in probabile stato di alterazione – si è presentato in un’armeria e avrebbe improvvisamente caricato un’arma. Scatenando il caos.

La dinamica di quanto accaduto nel pomeriggio è ancora da chiarire nei dettagli. Ma, stando alle prime ricostruzioni, l’ex paracadutista sarebbe entrato nell’attività chiedendo di visionare una pistola. Quindi avrebbe estratto alcuni proiettili dalla tasca e l’avrebbe caricata. Non è chiaro se l’uomo abbia anche minacciato di sparare (così riferisce Bresciaoggi, mentre il Giornale di Brescia lo nega) e se sia stato bloccato per tempo. Di certo il suo gesto non è  passato inosservato e ha scatenato il parapiglia, oltre all’intervento delle forze dell’ordine.

Per bloccarlo sarebbe stato necessario l’intervento di ben quattro pattuglie dei carabinieri, che hanno dovuto ricorrere al taser per placarlo. Il 45enne è stato ricoverato in ospedale, ovviamente sorvegliato a vista.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome