🔴 Cinquepalmi (Psi): il Pd ha indebolito i suoi candidati, inevitabile scegliere un terzo soggetto

"E' francamente incredibile che due dirigenti politici conducano un braccio di ferro come questo per mesi  senza essere capaci di chiudersi in un stanza e di trovare una soluzione, ma è ancora più incredibile che questa soluzione non l'abbia trovata la segreteria del partito cui appartengono"

0
Lorenzo Cinquepalmi, foto da Facebook

“L’assemblea del Pd ha deciso di non decidere, indebolendo la proposta politica di tutta la coalizione ed entrambi i candidati a tal punto da far diventare inevitabile, a mio avviso, la scelta di un terzo soggetto. Spero che abbiamo tutti l’intelligenza politica di risolvere velocemente questa questione che sta diventando ingestibile e incomprensibile”. Così il segretario del Psi Lorenzo Cinquepalmi – interpellato da BsNews – interviene sulla questione del candidato sindaco del centrosinistra e in particolare sulla decisione dei dem, che hanno scelto di proporre agli alleati due nomi: quelli di Valter Muchetti e Federico Manzoni (qui trovate la presa di posizione sull’argomento di Luca Trentini, Sinistra Italiana).

“Sulla questione del braccio di ferro tra i due aspiranti candidati sindaci del Pd – chiarisce Cinquepalmi – il Partito Socialista è stato consultato come tutti gli altri dai vertici pd e ovviamente non ha espresso alcuna preferenza né per l’uno né per l’altro. Noi – che puntiamo a svolgere il ruolo di cerniera laica del centrosinistra, coinvolgendo realtà come i radicali, la Coscioni, Nessuno tocchi Caino e altri – avevamo chiesto che la scelta fosse veloce e che si tenesse conto del tasso di laicità del candidato per consentire un maggiore coinvolgimento di quelle aree. Questo è accaduto un mese fa, ma ad oggi non c’è stata alcuna evoluzione”.

“Oggi non abbiamo alcuna intenzione di esprimere una scelta – incalza Cinquepalmi – riteniamo che il profilo del candidato ideale sia quello di un politico in grado di andare a pescare consenso anche al di fuori dei suoi circuiti tipici di partito, perché c’è un serbatoio di indecisi e orientati all’astensione che ormai supera il 40% ed è lì, in quest’area di mezzo, che il candidato del centrosinistra deve sfondare. Ma onestamente nessuno dei due profili in contesa mi sembra particolarmente efficace a questo scopo”.

“A ciò – conclude l’esponente socialista – bisogna aggiungere che la costante indecisione degli stessi candidati e del Pd ha indebolito tutti: è francamente incredibile che due dirigenti politici conducano un braccio di ferro come questo per mesi  senza essere capaci di chiudersi in un stanza e di trovare una soluzione, ma è ancora più incredibile che questa soluzione non l’abbia trovata la segreteria del partito cui appartengono”.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome