Le cinque cose da fare quando si visita Brescia per la prima volta

La città di Brescia si trova nel nord Italia, in particolare in Lombardia. Brescia è talvolta chiamata la leonessa italiana perché è una città dinamica e in rapida crescita.

0
Piazza Vittoria a Salò, foto da Pixabay

La città di Brescia si trova nel nord Italia, in particolare in Lombardia. Brescia è talvolta chiamata la leonessa italiana perché è una città dinamica e in rapida crescita.

Non è chiaro quando Brescia abbia avuto origine e da chi si sia formata, ma è una città bellissima e storica con molti punti di riferimento impressionanti. Oltre ai monumenti, la città è ricca di divertimenti e di una cultura tutta particolare.

Uno degli eventi più seguiti che si svolge ogni anno a maggio è la corsa delle auto storiche. Alla gara partecipano solo i veicoli prodotti prima del 1957. Questo evento è uno spettacolo straordinario per il quale le persone vengono in città. Infine, ma non meno importante, a Brescia troverai vita notturna, accoglienti caffetterie e ristoranti con una deliziosa cucina tradizionale.

Alcune attrazioni di cui parleremo in questo articolo sono fuori città. Per questo motivo vi consigliamo, se non arrivate con una macchina di proprietà, di noleggiare una macchina in loco, magari utilizzando prima un servizio di comparazione prezzi come Autoprio.it. Leggi di più e prenota qui.

Monastero di San Salvatore – Museo di Santa Giulia

San Salvatore fu costituito nel 753 dal futuro re di Lombardia Desiderio. Il monastero fu costruito come un monastero femminile dedicato alla figlia e alla moglie. Nel XII secolo la maggior parte dell’edificio fu ricostruita in stile romanico.

Il San Salvatore è famoso per la sua variegata architettura con resti romani, romanico e rinascimentale. Il monastero divenne caserma nel 1882 a causa dell’invasione francese della Lombardia.

L’edificio rimase in cattive condizioni fino a diventare Museo dell’età cristiana nel 1882. Tuttavia, non tutto il complesso fu adeguatamente ristrutturato. Nel 1996 il monastero era diventato un nuovo museo, Santa Giulia, e ha subito ampi restauri. Il monastero è diventato un patrimonio mondiale dell’UNESCO e oggi l’edificio funge da museo ed è liberamente accessibile.

Lago di Garda

La bellezza naturale del lago di Garda è nota in tutto il mondo. È risaputo come sia di fatto il lago più grande d’Italia; offre panorami eccezionali, essendo circondato da montagne e pianure alpine.

Il lago è stato formato dallo scioglimento del ghiacciaio Etch durante l’ultima era glaciale. La parte sud del lago è delimitata dalle montagne, mentre la parte più ampia a nord contiene le onde di pietra create dall’attività dei ghiacciai, le cosiddette morene.

Il Lago di Garda è uno dei fenomeni naturali più significativi d’Italia. I dintorni offrono una vista spettacolare sul lago e sulle montagne. Numerosi sono i sentieri turistici che portano in montagna, e questo fa del Lago di Garda un’ottima meta per escursioni e turismo.

La Chiesa di Nostra Signora dei Miracoli

La costruzione della chiesa iniziò nel 1488 in occasione del ringraziamento alla Beata Vergine e fu completata 22 anni dopo.

La Chiesa della Madonna dei Miracoli a Brescia è stata edificata in onore dell’immagine della Beata Vergine.

L’immagine è stata vista come un miracolo, poiché la storia dice che molte persone furono guarite mentre si trovavano davanti ad essa. La facciata splendidamente scolpita è in marmo, ed è nominata come uno dei gioielli della Lombardia. Durante la Seconda guerra mondiale la chiesa fu gravemente colpita dai bombardamenti e poi subì un completo restauro. Tuttavia, la facciata, grazie alle sue robuste fondamenta in legno, è rimasta nella sua forma originaria. Puoi trovare chiese con lo stesso nome in diversi luoghi in Italia e questi punti di riferimento sono collegati a molti miracoli accaduti.

Castello di Brescia

Il castello si erge maestoso sulla sommità della collina che sovrasta la città. È uno dei complessi fortificati più grandi d’Italia. Il castello è spesso chiamato “Falco d’Italia” per la sua posizione e per la splendida vista sulla città.

Nella zona sono molti gli edifici conservati che mostrano l’evoluzione delle tecniche militari. Percorrendo il sentiero che porta in vetta si torna ai tempi tra il XVI e il XIX secolo. L’intero complesso è sempre stato una parte essenziale della città.

Una salita al castello non significa solo viste mozzafiato, ma anche una passeggiata attraverso ampi giardini e dintorni naturali. La collina intorno al castello non era sempre nella sua attuale forma contemporanea; le pendici del colle erano piene di sassi e utilizzate a scopo difensivo. Sono stati realizzati anche i viali alberati e circondati da monumenti e statue. Oggi il castello serve solo per il turismo e l’istruzione.

Capitolium di Brixia

Il Capitolium di Brixia, noto anche come Tempio della Triade Capitolina, è un tempio antico e simbolo della cultura romana. Per la sua importanza fu collocata proprio nel centro dell’ex città romana di Brixia.

Oggi del tempio rimangono solo le rovine e fa parte di un sito archeologico. Il tempio fu costruito quando Vespasiano era imperatore e fu dedicato alla Triade Capitolina di Giove, Minerva e Giunone.

Il Capitolium fu poi sostituito da un Santuario repubblicano che consisteva in quattro sagome. Le sagome e le rovine romane si trovano alla fine di Via dei Musei. È aperto al pubblico dal 2013 e qui puoi vedere elementi della cultura romana, bellissime decorazioni e pavimenti originali conservati.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome