ZTL al Carmine, per il CdQ la movida non c’entra

L'introduzione della zona a traffico limitato e della pedonalizzazione nelle vie del quartiere Carmine fa ancora discutere. Questa volta è il Consiglio di Quartiere Centro Storico Nord ad esprimersi intervenendo sul tema per puntualizzare alcuni aspetti

0
ztl - foto da Comune di Brescia

L’introduzione della zona a traffico limitato e della pedonalizzazione nelle vie del quartiere Carmine fa ancora discutere. Questa volta è il Consiglio di Quartiere Centro Storico Nord ad esprimersi intervenendo sul tema per puntualizzare alcuni aspetti.

“Da quanto letto sulla stampa e siti internet, ci sembra – fanno sapere in una nota i membri del Cdq guidati da Francesco Catalano – ci sia confusione su quanto è stato realizzato, sulle
motivazioni che hanno portato alla nostra continua richiesta e sulle ricadute per il quartiere. 1.Collegare l’introduzione delle Aree Pedonali e ZTL alla frequentazione notturna (Movida) ci sembra fuori luogo, assolutamente non corrispondente alla realtà. Il fenomeno
della “Movida” si è sviluppato ed è “esploso” nonostante l’assenza delle ZTL e Aree pedonali, qualsiasi collegamento ci appare assolutamente strumentale e utilizzato per
introdurre un tema totalmente separato dalle scelte che hanno portato l’introduzione delle ZTL e aree pedonali. Ci appare assurdo che la “movida”, che è un fenomeno che genera
problemi in tutte le città a livello nazionale sia favorito all’introduzione delle Aree pedonali e ZTL in un quartiere di Brescia (il CDQ non ha mai sottovalutato i problemi generati
dai comportamenti maleducati notturni dei frequentatori del quartiere, li sta affrontano con le forze dell’ordine, l’amministrazione comunale, le attività commerciali, con lo
scopo di risolverli). 2.La pedonalizzazione della zona davanti la scuola è stato
richiesto per garantire la sicurezza dei Bambini e pedoni, come avviene in tutta Europa, in buona parte delle città italiane ed anche in alcuni quartieri della nostra città con
la presenza delle “strade scolastiche”, quindi non capiamo le questioni riportate sulle presunte problematiche dei genitori dei bambini della scuola Elementare Calini, la
modalità di accesso è la stessa delle scuole del comune di Brescia dove sono attivate le “strade scolastiche” descritte sulla stampa in modo positivo, invece nel nostro caso
descritta come problematiche. 3 l’introduzione ZTL 24 ore è stato richiesto dal Consiglio
di quartiere per i seguenti motivi:
a. per garantire la sicurezza dei pedoni, bambini, anziani e
fasce deboli della popolazione, che hanno grossi problemi di
mobilità a causa dei parcheggi sui marciapiedi (da parte di
mezzi senza permessi);
b. disincentivare l’uso delle automobili e incentivare l’uso
dei mezzi pubblici o alternativi di mobilità,
c. per liberare gli spazi pubblici dalle auto per far vivere
il quartiere di giorno e non solo di notte con la creazione
di spazi per incontri e attività, per restituire la città
alle persone;
d, eliminare i disagi agli abitanti che in particolare la
sera e notte si trovano bloccati i passi carrai dalle auto
dei frequentatori dei locali;
e, per disincentivare l’uso dell’auto ai frequentatori dei
ristoranti e bar per la sicurezza stradale di tutti e
impedire i parcheggi selvaggi sui marciapiedi, nelle ore
serali, specialmente in Contrada Carmine;
f. per aumentare la possibilità dei residenti di trovare
parcheggio nelle ore serali, dato che da nostre verifiche
nelle ore di apertura dei Bar e ristoranti, circa il 20 per
cento dei posti riservati ai residenti è occupato da auto
senza permesso di sosta;
Con l’istituzione della ZTL e aree pedonali è aumentata la
disponibilità di parcheggi per residenti, di circa 60 posti
auto, a fronte dell’eliminazione di 10 posti auto, quindi
risulta infondata la notizia della diminuzione dei posti
auto.
La richiesta dell’introduzione delle ZTL e aree pedonali è
finalizzata a favorire un miglioramento della pessima qualità
dell’aria, che sarà favorito dalla diminuzione dei transiti
delle automobili, localmente, ma anche a livello cittadino
essendo il nostro quartiere un polo di attrazione a livello
di città..

“Per ultimo – conclude il comunicato inviato alla stampa – nonostante la notizia dell’introduzione delle ZTL e Aree pedonali sia nota da fine settembre nella forma
definitiva e da parecchi mesi per l’introduzione, alle riunioni del Consiglio di Quartiere nessuno si è presentato per esporre dubbi, contrarietà o presentare criticità,
nonostante avessimo messo il tema all’ordine del giorno della discussione, appositamente per raccogliere i pareri degli interessati.”

 


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome