Desenzano, la minoranza dice addio al parco del Laghetto: “Sbagliato il progetto delle nuove scuole”

0
Parco del Laghetto di Desenzano, foto da minoranze consiliari

La “Coalizione per Desenzano” – che alle ultime elezioni ha sostenuto la candidatura di Stefano Terzi – ha tenuto ieri un sit-in per dire addio al Parco del Laghetto, in cui a breve partiranno i lavori della nuova scuola. Una cinquantina le persone presenti in via Giotto, ma sullo stesso tema è già stata avviata anche una raccolta firme, arrivata a circa 2mila adesioni.

«Invitiamo i Desenzanesi a godersi quest’area un’ultima volta prima che arrivino le ruspe – dichiara in una nota Rodolfo Bertoni del Partito Democratico – un addio che non vuol essere sterile ma possa essere utile per sensibilizzare sull’importanza delle aree verdi». «Non siamo mai stati contrari alla costruzione di una nuova scuola – afferma Clara Fanales di Viviamo Desenzano – eravamo e rimaniamo contrari a questo progetto, a questa localizzazione al confine del bacino di utenza, troppo vicino all’altra scuola media, in un’area angusta e in zona già troppo trafficata» «Il territorio, le aree verdi e agricole sono un patrimonio prezioso da preservare per le generazioni future – continua Leonardo Dibiase di Desenzano Progetto Futuro – negli anni la consapevolezza è aumentata ma il lavoro da fare in quella direzione è ancora tanto, sia nei progetti pubblici che per quelli privati».

«Questa porzione di parco ormai purtroppo è persa per un progetto sbagliato – conclude Stefano Terzi – vogliamo soprattutto che sia anche l’ultima».


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome