Regole per i servizi online per la salute mentale: il codice etico per gli psicologi

Negli ultimi anni, complice la pandemia, è stato possibile osservare una graduale crescita delle piattaforme di psicoterapia online. L’espansione di questo mercato è stata favorita da due aspetti in particolare: le tariffe accessibili e la comodità di questo tipo di servizi.

0
Psicologo, foto da Pixabay

Negli ultimi anni, complice la pandemia, è stato possibile osservare una graduale crescita delle piattaforme di psicoterapia online. L’espansione di questo mercato è stata favorita da due aspetti in particolare: le tariffe accessibili e la comodità di questo tipo di servizi.

Allo stato attuale, questo mercato non sembra conoscere battute d’arresto. Ecco perché, a fronte di questa grande espansione, alcune aziende del settore hanno avvertito la necessità di dare vita al primo codice etico dedicato alla salute mentale online, per regolamentare l’erogazione dei servizi di psicologia online e tracciare delle linee guida fondamentali.

Il Manifesto per gli psicologi online

É proprio a partire da questa esigenza che le principali piattaforme di psicoterapia online come Serenis.it, TherapyChat, Mindwork, e Minders Community, hanno presentato – in collaborazione con il comitato etico del Consiglio Nazionale Ordine Psicologi – il Manifesto per il Supporto Psicologico Online, un insieme di regole e comportamenti da seguire al fine di tutelare pazienti e operatori del settore.

Questo documento, caratterizzato da 6 punti chiave che vanno dalla trasparenza della comunicazione fino all’importanza di fare rete anche con gli operatori offline, sarà rivisto periodicamente con cadenza annuale da una commissione formata dai quattro rappresentanti delle aziende firmatarie del progetto, con l’obiettivo di fornire in modo codice etico che sia sempre valido e aggiornato.

“Come operatori del settore, crediamo che il digitale rappresenti un’opportunità nuova e consistente per rendere accessibile il supporto psicologico in modo complementare alla modalità tradizionale, ma solo se usato con coscienza e consapevolezza: in caso contrario, può essere dannoso – commentano Daniele Francescon di Serenis.it, Alessandro De Sario di TherapyChat, Biancamaria Cavallini di Mindwork, Riccardo Manini di Minders Community promotori dell’iniziativa – L’online è un terreno su cui è facile scivolare, e per questo abbiamo deciso di dotarci di un Manifesto: in un settore come il nostro, sentiamo la responsabilità di poter influenzare direttamente la vita e la salute delle persone, e vogliamo dare un segnale che tracci un punto di partenza. Più realtà aderiranno, più crediamo che il settore possa continuare a crescere in modo sostenibile e maggiore sarà l’impatto positivo che potremo avere.”

Per maggiori dettagli sull’iniziativa: manifestopsicologico.it

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome