🔴 Garda, fallisce il colpo al supermercato: preso il rapinatore seriale

Il fatto è avvenuto a Puegnago sul Garda: secondo la ricostruzione della vicenda l'uomo pare fosse entrato nel supermercato a orario di chiusura e si sarebbe poi avvicinato alla cassiera minacciandola con una pistola, forse giocattolo

0
Polizia in azione
Polizia in azione

Era sospettato di essere responsabile di episodi analoghi registrati sempre nella zona del lago di Garda l’uomo, di cittadinanza italiana e residente in provincia di Brescia, che nei giorni scorsi è stato arrestato in flagranza di reato dopo aver tentato una rapina in un supermercato.

Il fatto è avvenuto a Puegnago sul Garda: secondo la ricostruzione della vicenda l’uomo pare fosse entrato nel supermercato a orario di chiusura e si sarebbe poi avvicinato alla cassiera minacciandola con una pistola, forse giocattolo, per farsi consegnare l’incasso della giornata. La donna, nel panico, sarebbe però riuscita ad allontanarsi dalla postazione mandando di fatto in fumo i programmi del rapinatore. All’uscita del supermercato l’uomo avrebbe trovato poi gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Brescia. Scattata la perquisizione del suo veicolo parcheggiato in zona, al suo interno i poliziotti avrebbero trovato oggetti forse utili ad incursioni analoghe. Il rapinatore è stato arrestato e dopo la convalida si trova ai domiciliari.

 


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome