🔴 Soccorritori più sicuri contro le aggressioni: dal 2023 arrivano le bodycam

Per attivare la telecamera basterà schiacciare un tasto: in questo modo si potranno filmare le scene di soccorso per evitare contestazioni, documentare lo svolgimento dell'azione e anche eventuali aggressioni o insulti da parte delle persone presenti.

0
Una bodycam in uso alle forze dell'ordine, foto da Pixabay

Le aggressioni contro i sanitari, in particolare su chi presta soccorso in strada e nei luoghi dell’emergenza, sono purtroppo sempre più frequenti. Ma dal 2023 – previa adeguata formazione – gli operatori sanitari di frontiera avranno un'”arma” in più per difendersi.

Regione Lombardia, infatti, ha stanziato 1,4 milioni di euro che serviranno per acquistare bodycam (telecamere indossabili in grado di riprendere in diretta durante le operazioni) che saranno destinate alle 600 postazioni di Areu (Agenzia Regionale Emergenza Urgenzadella Regione (circa 80 quelle della leonessa). Secondo quanto annunciato dal Pirellone lo scorso luglio, è prevista l’installazione di circa 850 tra dashcam e bodycam sui mezzi di soccorso avanzato di tutta la Lombardia.

Per attivare la telecamera basterà schiacciare un tasto: in questo modo si potranno filmare le scene di soccorso per evitare contestazioni, documentare lo svolgimento dell’azione e anche eventuali aggressioni o insulti da parte delle persone presenti.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome