🔴 Calcinato, ancora odori molesti: il Comitato chiede al Comune un’assemblea pubblica

Le ultime segnalazioni - risalenti a qualche giorno fa - hanno riguardato odori molesti (di organico e gas) avvertiti intorno alle 7 del mattino in via Brescia

0
Puzza, immagine simbolica (elaborazione grafica BsNews.it su immagine Pixabay)

“Il sindaco, la giunta e tutti i consiglieri di Calcinato devono organizzare una serata pubblica e spiegarci cosa stanno facendo per questo problema concretamente, chi sono i responsabili e quali azioni stanno mettendo in campo per la risoluzione”. A chiederlo pubblicamente è il Comitato Cittadini Calcinato, che interviene sulla questione dei fastidiosi odori che da mesi (anzi: da anni) si avvertono in zona.

“Nuovamente presenti i miasmi in questi ultimi mesi, in varie parti del territorio – si legge su Facebook – chiediamo che il responsabile o i responsabili vengano identificati immediatamente. Loro hanno il diritto di lavorare e noi di vivere degnamente. Per la salute chiediamo di smetterla di farci respirare ogni giorno, in un territorio già compromesso, odori di gas, di marcio, di putrefazione e tanto altro”.

Le ultime segnalazioni – risalenti a qualche giorno fa – hanno riguardato odori molesti (di organico e gas) avvertiti intorno alle 7 del mattino in via Brescia, nella zona del canile per dare un riferimento puramente geografico.

Un caso immediatamente segnalato ad Arpa, Ats e Comune. Ma ora il Comitato chiede ai soggetti chiamati a controllare e a intervenire di fare di più. E avvisa tutti: “Non sopporteremo ‘il nulla di fatto’ relativo ai miasmi per anni come fatto in precedenza” per gli odori imputati ad altre aziende.

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome