🟢 Vino, con Tognoli la cooperativa Cellatica-Gussago sempre più protagonista: anche fuori da Brescia

"Da oltre 70 anni - sottolinea Tognoli - lavoriamo in sinergia con il mondo agricolo: siamo, e vogliamo essere sempre di più, uno strumento di salvaguardia e valorizzazione dei piccoli produttori: eccellenze che vogliamo sostenere con funzione sociale e solidale".

0
Mauro Tognoli, foto da ufficio stampa

E’ un’eccellenza del territorio bresciano, che sempre più di frequente entra in enoteche e ristoranti, oltre che sulle tavole degli intenditori, anche al di fuori dei confini della Leonessa. Parliamo della cooperativa vitivinicola Cellatica-Gussago, nata nel 1952, che grazie all’impulso di Mauro Tognoli negli ultimi anni ha fatto molta strada.

La cooperativa insiste sul territorio di produzione del Franciacorta, ma il segno distintivo – come indica il nome – è proprio la produzione del Cellatica Doc, piccola e storica denominazione bresciana che sta decisamente tornando di moda. Sotto la guida di Tognoli, infatti, il sodalizio ha investito molto sull’innovazione e l’efficienza, puntando sulle sinergie con il territorio anche attraverso iniziative di recupero dei vigneti abbandonati (in particolare Cellatica Doc e Igt Ronchi). Una svolta molto apprezzata dai soci, dagli esperti del settore vino e dalla clientela, che fa il paio con l’intenso lavoro messo in atto per ampliare il raggio d’azione e raggiungere – con il supporto della grande distribuzione – nuovi territori.

“Da oltre 70 anni – sottolinea Tognoli – lavoriamo in sinergia con il mondo agricolo: siamo, e vogliamo essere sempre di più, uno strumento di salvaguardia e valorizzazione dei piccoli produttori: eccellenze che vogliamo sostenere con funzione sociale e solidale”.

In questo, un elemento di supporto arriva certamente dalla variegata esperienza di Tognoli, imprenditore (nel settore del vino e dell’olio, ma non solo) e già amministratore pubblico in diverse realtà. Una di queste – che spicca sul versante turistico – è la Parchi Val di Cornia Spa, società (Tognoli è l’ad e ne fanno parte i Comuni di Piombino, San Vincenzo, Campiglia Marittima, Suvereto e Sassetta) che gestisce diversi siti di interesse storico e culturale, tra cui la Necropoli a Baratti e l’Acropoli di Populonia della civiltà etrusca.

Baratti e Populonia valgono oggi circa 100mila visitatori all’anno. E, nei giorni scorsi, a celebrarle è stato anche un servizio di Tg2 Dossier (“Alla scoperta dei siti archeologici)”, che per rappresentare la Toscana ha scelto proprio Populonia (unica città etrusca sul mare e importante centro siderurgico fin dal neolitico) e le sue imponenti tombe che guardano il golfo di Baratti (come quella del principe, con un diametro di ben 28 metri). Una realtà in continua evoluzione dei secoli, dalla ricostruzione sull’acropoli decisa dai romani fino all’omonimo castello medievale, che ancora domina il paesaggio della zona.

Mauro Tognoli, foto da ufficio stampa

Nello stesso servizio, per inciso, la Rai ha scelto per la Lombardia proprio Brescia romana, il “parco archeologico urbano più esteso del Nord Italia”, puntando le telecamere su alcuni dei luoghi simbolo della città (basilica romana, teatro romano, capitolium, Santa Giulia etc).


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome