🟢 Musei gratis a Natale: la tradizione conquista oltre 2.500 bresciani

Per quanto riguarda le mostre (oltre 700 biglietti a pagamento staccati), la più visitata è stata La città del Leone, con 637 ingressi, quasi pareggiata da Victoria Lomasko (una decina di biglietti in meno).

0
Museo di Santa Giulia, foto da Visit Brescia
Museo di Santa Giulia, foto da Visit Brescia

Ormai è una tradizione. Sono oltre 2.500, infatti, i bresciani e i turisti che hanno scelto di passare Natale e Santo Stefano nei musei della città, che durante le festività consentivano l’ingresso gratuito ai residenti.

Bene sono andati i quattro musei aperti, con Santa Giulia – trascinata soprattutto dalle mostre interne – a fare la parte del Leone (oltre 700 ingressi), seguita a distanza da Pinacoteca (la metà di Santa Giulia), Parco Archeologico di Brescia romana (meno di 300 ingressi) e Museo delle Armi in Castello (174 ticket).

Per quanto riguarda le mostre (oltre 700 biglietti a pagamento staccati), la più visitata è stata La città del Leone, con 637 ingressi, quasi pareggiata da Victoria Lomasko (una decina di biglietti in meno).

Fino al 2 gennaio, lo ricordiamo, i musei civici di Brescia saranno aperti dalle 10 alle 18con ingresso omaggio per i nati e i residenti nel comune di Brescia. Venerdì 30 la mostra “La città del Leone. Brescia nell’età dei comuni e delle signorie” sarà gratis per tutti i residenti in provincia.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome