✴️ La costituente del nuovo Pd in panne | di Paolo Pagani*

Non aiuta, in particolare a Brescia e in Lombardia, il fatto che ci siano scadenze elettorali ravvicinate. Tuttavia penso che le due cose possano convivere e una aiuti l'altra.

0
Paolo Pagani, opinionista Bsnews.it

di Paolo Pagani* – Articolo Uno anche nell’ultima assemblea congressuale di una settimana fa ha confermato di voler partecipare da protagonista al congresso costituente del nuovo PD. Riteniamo che sia una occasione, il Kairos greco, da non sprecare per rilanciare su basi nuove il più grande partito della sinistra. Per ricomporre la frattura anche sentimentale con il nostro popolo, con la parte più in difficoltà del nostro paese. Registro, però, che la fase costituente rischia di andare in panne, perché in una parte del gruppo dirigente non c’è la piena consapevolezza che il rischio francese non è campato in aria. Vedo, ad esempio, gli ex-popolari, come si sono definiti, prendere lucciole per lanterne quando vedono il rischio del ritorno alle case di origine: Ds e Margherita. Cosa che nessuno ha mai neanche lontanamente paventato. Sarebbe da Tso immediato. Vedo che Parisi addirittura accusa due ex DC (Letta e Franceschini) di voler riportare il PD a Livorno 1921, data di nascita dei comunisti.Vedo che si alzano barricate sulla revisione del Manifesto dei valori del 2007, come se 16 anni siano passati invano e due tremende sconfitte elettorali di tutta la sinistra non impongano almeno una riflessione comune.

Sono tutti segnali che sono una zavorra alla costituente, da noi più volte invocata ma indetta da Letta con piena convinzione. Anche le candidature così anticipate non hanno aiutato ad un vero decollo del confronto e dell’apertura a nuove soggettività.

Certamente mi riconosco di più, e lo dico a puro titolo personale, nelle candidature di Cuperlo e Schlein che mi pare pongano con forza, ma senza alcuna forzatura, il tema di una discontinuità di identità e di programmi. E nella fase del voto degli iscritti più candidature non costituiscono un problema.

Non aiuta, in particolare a Brescia e in Lombardia, il fatto che ci siano scadenze elettorali ravvicinate. Tuttavia penso che le due cose possano convivere e una aiuti l’altra.

Tante volte in passato la sinistra ha saputo esprimere la creatività della politica (svolta di Salerno, Compromesso storico, Ulivo) ridiventando necessaria alla nazione e salvandola pure dal precipizio (sconfitta dello stragismo e del terrorismo, entrata nell’Euro…)
Questo tempo è uno di questi e credo che sia anche il tempo della generosità di un gruppo dirigente che deve superare ogni forma di autoreferenzialità e ogni chiusura a riccio verso le richieste di radicalità. Perché è necessario che la politica ritrovi la sua virtuosa doppiezza: pensare estremo e agire accorto.

L’auspicio è che anche a Brescia dopo le festività ci sia uno scatto in avanti e si investa davvero nella Costituente. Intanto esprimo la soddisfazione per la formazione della lista unitaria PD-Lombardia democratica e progressista, dove è candidato il nostro dirigente Carlo Panzera, già sindaco di Vobarno e presidente dell’associazione comuni bresciani.
Il suggerimento incalzante è che si sappia valorizzare, più che nelle elezioni politiche, questa novità nel centrosinistra che può attrarre elettorato deluso e che si è astenuto alle politiche.

Può essere il vero valore aggiunto per Majorino e per sconfiggere una destra sempre più regressiva e che sta irreparabilmente guastando il motore della regione che potrebbe essere il traino di una nuova fase sociale ed economica dell’Italia.

* segretario provinciale di Articolo UNO di Brescia 

** BsNews ospita opinioni di intellettuali, politici, imprenditori bresciani nell’ottica di alimentare il dibattito pubblico con pareri autorevoli: le opinioni espresse in questa rubrica non rappresentano la linea editoriale del sito, ma quella dei rispettivi autori.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome