🔴 Centinaia di foto pedopornografiche sul telefono: operaio condannato a 5 anni

Il 23enne era stato accusato di detenzione, produzione e diffusione di materiale pedopornografico e il pm aveva chiesto di condannarlo a 6 anni e 8 mesi di carcere

0
No alla pedofilia, elaborazione grafica BsNews.it

Cinque anni di carcere. E’ questa la pena che il Tribunale di Brescia ha comminato nelle scorse a un operaio 23enne bresciano finito alla sbarra con accuse pesanti.

Il giovane, nel 2021, era stato sottoposto a controllo nell’ambito di un’indagine relativa a un giro di fatture false. Ma sul suo telefono Polizia Postale e Guardia di finanza avevano trovato ben altro. Il cellulare, infatti, centinaia migliaia di immagini e video che ritraevano minorenni nudi e in situazioni inequivocabili. Tra queste, poi, erano state isolate anche le foto di una bimba sotto la doccia: la piccola, di 9 anni, è risultata poi essere la figlia dell’ex compagna del 23enne (ovviamente all’oscuro di tutto).

Per questo il giovane era stato accusato di detenzione, produzione e diffusione di materiale pedopornografico e il pm aveva chiesto di condannarlo a 6 anni e 8 mesi di carcere. Ma l’accusa di diffusione è caduta e la pena finale è stata più lieve.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome