🔴 Uccise la moglie e la vegliò per 24 ore, Gozzini assolto in Cassazione

La Corte di Cassazione ha confermato l’assoluzione nei confronti di Antonio Gozzini, l'uomo accusato di aver ucciso nell'ottobre 2019 la moglie 62enne Cristina Maioli

0
foto generica da Pixabay

La Corte di Cassazione ha confermato l’assoluzione nei confronti di Antonio Gozzini, l’uomo accusato di aver ucciso nell’ottobre 2019 la moglie 62enne Cristina Maioli.

La tragedia si era consumata nell’abitazione della coppia in via Lombroso in città, nella notte tra il 3 e il 4 ottobre del 2019: Cristina Maioli, docente in un istituto scolastico cittadino, era stata colpita al capo e accoltellata mentre dormiva.

L’uomo, che pare fosse rimasto a vegliare il corpo della moglie nelle ore successive all’omicidio e secondo le ricostruzioni degli inquirenti avrebbe poi cercato di togliersi la vita, era stato assolto al termine del processo di primo grado, durante il quale si parlò di un “delirio di gelosia” dovuto a un disturbo. La sentenza aveva fatto discutere l’opinione pubblica, ma era stata confermata anche in appello, nonostante l’accusa avesse chiesto per l’imputato l’ergastolo.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome