Brescia ricorda: al Vantiniano un monumento per le vittime del Coronavirus

Brescia, tra le località più colpite in Italia, avrà così un luogo per commemorare questi tragici avvenimenti che le hanno inferto una così grave ferita.

0
H. S.Gerardo Monza © Martina Santimone-01

L’Amministrazione comunale di Brescia realizzerà un monumento in memoria delle vittime del Covid-19 per mantenere vivo il ricordo delle persone scomparse a causa della pandemia.

Brescia, tra le località più colpite in Italia, avrà così un luogo per commemorare questi tragici avvenimenti che le hanno inferto una così grave ferita.

Il monumento sarà collocato all’interno del Cimitero Vantiniano, lungo il viale di accesso principale, e sarà inaugurato il prossimo 18 marzo, in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19, alla presenza del Generale Francesco Paolo Figliuolo, già Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure sanitarie di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19 del governo Draghi.

Per interpretare al meglio il sentimento della comunità bresciana, l’Amministrazione comunale si è rivolta al Maestro Giuseppe Bergomi, scultore bresciano di chiara fama.

“L’epidemia da Covid-19 è entrata nelle nostre vite con una forza dirompente e ha sconvolto, oltre alla nostra salute, il nostro equilibrio psicologico e il tessuto sociale ed economico cittadino, impoverendolo”, ha dichiarato il Sindaco di Brescia Emilio Del Bono. “Per questo l’Amministrazione comunale ha fortemente desiderato la realizzazione di un’opera scultorea che ricordasse i nostri cari che ci hanno lasciato e che ci aiutasse a fare memoria di quanto accaduto. Soltanto il ricordo condiviso può renderci più forti, più coesi e più consapevoli, rendendo al contempo omaggio a chi non è più con noi”.

“La mia proposta è stata condivisa da tutta la Giunta, che ha deciso di affidare il lavoro a Giuseppe Bergomi, artista bresciano conosciuto in tutto il mondo”, ha affermato l’assessore alla Rigenerazione urbana Valter Muchetti. “Il Maestro Bergomi, scultore di fama internazionale, realizzerà senz’altro un’opera in grado di lasciare un importante segno in ricordo dei drammatici eventi che ci hanno colpito e di tutte le vittime della pandemia”.

“Ho accettato con emozione e responsabilità l’incarico offertomi dal Comune di Brescia di realizzare una scultura dedicata alla tragedia causata dalla pandemia”, ha dichiarato il Maestro Giuseppe Bergomi. “Il Covid-19 è stato per ognuno di noi un’esperienza drammatica, che, oltre alle innumerevoli vittime, ha innescato una serie di reazioni a catena che ci hanno reso tutti più fragili e insicuri: abbiamo visto la scienza inizialmente brancolare nel buio e la natura stessa, che illusoriamente sentivamo come amica, si è rivelata improvvisamente una forza ostile. Ho concepito allora un’opera che rappresentasse questa condizione, che ho sentito come una vera e collettiva cacciata dal Paradiso Terrestre, ed e proprio così che la scultura si intitolerà”.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome