Home Città e Hinterland Botticino I cinque cantanti bresciani più amati dai bresciani | I CONSIGLI DI...

I cinque cantanti bresciani più amati dai bresciani | I CONSIGLI DI BSNEWS.IT

La provincia di Brescia può vantare di aver dato i Natali a diversi cantanti famosi e apprezzati. Ecco chi sono i più conosciuti e i più amati...

0

Roberto Vecchioni

La provincia di Brescia può vantare di aver dato i Natali a diversi famosi e apprezzati. Una menzione particolare va a Roberto Vecchioni che, pur essendo brianzolo d’origine, ha per diversi anni insegnato filosofia al Liceo Classico Arnaldo, una scuola importante e rinomata, molto antica, sita in città. Un altro nome importante è quello di , ex modella che ha esordito come cantante a nel 2002, in coppia con , nata a Palazzolo sull’Oglio. Mentre nella storia della è impossibile non citare la Pfm (Premiata Forneria Marconi) di Chiari.

Tra i più giovani ci sono, invece, Andrea Lorenzo Dellavedova meglio conosciuto come e Laura Abela, in arte L’Aura. Dellino Farmer, classe 1988, è nato a Manerbio ed è un rapper in ascesa. È un vero e proprio estimatore del dialetto bresciano, tant’è che tutti i suoi testi sono scritti in questo idioma e persino la sua pagina Wikipedia è completamente redatta in dialetto. L’Aura, invece, è una cantautrice nata nel 1984 a Brescia, con una formazione da conservatorio in pianoforte e violino, ottenuta studiando fin dalla più tenera età in un’importante scuola di Rezzato. Dopo un’esperienza all’estero, in California, nel 2005 ha pubblicato il primo disco, che ha segnato l’inizio di una brillante carriera, tutt’oggi in ascesa. Infine, come non dedicare qualche parola Daniel Adomako, voce (italo-ghanese) che ha stupito in diversi talent show musicali, e a Tommy Kuti, all’anagrafe Tolulope Olabode Kuti, rapper e produttore afro-bresciano, preso sotto l’ala protettiva da Fabri Fibra che vede in lui un astro nascente del rap moderno. Ma chi sono i cinque cantanti più famosi di Brescia?

:

il suo vero nome è Pierfrancesco, è nato ad Udine da madre siciliana e padre sardo ma è cresciuto a Brescia e rappresenta uno dei maggiori orgogli della città. A soli 16 anni, spinto esclusivamente dalla passione per la musica, assolda alcuni amici e mette su una boy-band nel garage di casa sua, una villetta popolare in un quartiere di periferia. Il gruppo si chiamava “Modus Vivendi” e ottiene il primo vero successo in un concorso destinato a giovani esordienti. È proprio durante questa manifestazione che Renga entra nelle simpatie dei Precious Time, un altro giovane gruppo musicale. L’anno successivo, Renga entra in questo gruppo, che cambia nome in e, con loro, vince il concorso e inizia la sua carriera. Nel 1998 Renga litiga col chitarrista del gruppo, Omar Pedrini, e debutta come solista con l’album “Francesco Renga”. Da lì in poi il suo successo è tutto in salita, toccando l’apice nel 2005 con la vittoria a Sanremo della sua famosissima “Angelo”. Francesco Renga è stato sposato per undici anni con Ambra Angiolini, ragazza rivelazione del celebre programma televisivo “Non è la Rai” e oggi una delle più importanti attrici italiane. Dalla Angiolini ha avuto due figli, Jolanda e Leonardo, ma il loro matrimonio è finito ufficialmente nel 2015.

Francesco Renga, foto da pagina ufficiale di Facebook

Omar Pedrini:

nato a Brescia il 28 maggio 1967, Pedrini è stato il leader del famoso gruppo dei Timoria. Tutto comincia durante il concorso per esordienti Deskomusic. All’epoca lui faceva parte del gruppo Precious Time. Durante l’evento conosce Francesco Renga, lo assolda come voce e fonda un nuovo gruppo: i Timoria. Il nome del gruppo deriva da un termine greco che significa “vendetta, punizione”. Scegliendo questo nome, Pedrini voleva sottolineare un concetto di rivalsa verso tutti coloro che non avevano mai creduto nella sua carriera artistica, rivelatasi poi vincente. I testi rock del gruppo, pur trattandosi di musica giovane e moderna, sono tutti incentrati su argomenti sociali, riflessioni interiori importanti, anche grazie alla cultura di Omar Pedrini che, oltre che cantautore e chitarrista è anche un docente con alle spalle una formazione classica. Il momento di più alto successo dei Timoria si registra nel 1992, quando partecipano al tour “Lambrusco, coltelli e popcorn” con Luciano Ligabue. L’anno successivo, approfittando anche della fama raggiunta durante questo progetto promozionale, esce l’album “Viaggio senza Vento”, uno dei maggiori successi della band. Pedrini inizia una nuova carriera da solista a partire dal 2002, qualche anno dopo l’abbandono del gruppo da parte di Renga, interrottasi bruscamente nel 2004 a causa di un delicato intervento a cuore aperto, che lo ha costretto ad un periodo di riposo. Dopodiché ha ripreso la sua carriera ampliandola anche ad altri settori, ad esempio quello televisivo e quello della collaborazione presso scuole di canto, di musica e di formazione artistica. Il suo ultimo recentissimo successo risale al 2017 e si tratta dell’album “Come se non ci fosse un domani”. È stato legato alla famosa showgirl Elenoire Casalegno.

Omar Pedrini con il nuovo album

Fausto Leali:

nato a Nuvolento nel 1944, Leali è da sempre considerato uno dei cantanti più interessanti d’Italia, anche grazie al suo particolarissimo timbro vocale, intenso e potente. Inizia la sua carriera artistica da giovanissimo, infatti a soli 16 anni entra a far parte dell’orchestra del filarmonicista jazz Beltrami. Il brano che l’ha portato agli onori della cronaca, e in testa alle classifiche, è “A chi”, una delle canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana. Altri pezzi importanti e molto conosciuti di Leali sono: “Angeli Negri”, “Deborah”, “Io Camminerò”. Nel 1989 vince Sanremo, in coppia con la celebre Anna Oxa, col brano “Ti Lascerò”. Fausto Leali è un nome fondamentale della storia della canzone italiana, conosciuto anche all’estero grazie alla traduzione in spagnolo e inglese di molti suoi pezzi.

Il cantautore bresciano Fausto Leali

:

Giancarlo Cinelli è nato a Sarezzo nel 1958 e, oltre che un cantante, è anche chitarrista e bassista. A Brescia e provincia è una vera e propria leggenda, protagonista indiscusso della maggior parte delle feste di paese, delle sagre e degli eventi ludici. La sua carriera inizia con collaborazioni orchestrali per Rai e Mediaset fino a che, nel 1993, forma il suo trio chiamato “Charlie and the Cats”. I suoi pezzi, originali e spassosissimi, sono un mix di italiano, inglese e dialetto bresciano, spesso divertenti e costellati di doppisensi e allusioni comiche. È sposato con Ana Lazic e nel 2013 hanno avuto un bambino, che hanno chiamato Marko.

Charlie Cinelli

Sem&Stenn:

sono due giovani ragazzi che si sono conosciuti commentandosi a vicenda su un blog dedicato alla musica, tra cui il clarense Stefano Ramera. Dopo alcuni anni di amicizia virtuale decidono di incontrarsi e pianificare un progetto musicale. Insieme, partecipano a edizione 2017, amati e sostenuti da Manuel Agnelli. Piacciono al pubblico, divertono ma soprattutto dimostrano un grande talento. Infatti, Sem&Stenn si occupano a tutto tondo dei loro pezzi: testi, musica, arrangiamenti e anche strategie di marketing. Nel gennaio 2018 è uscito il loro primo album: “The Fair”.

Sem e Stenn durante l’esibizione a XFactor

Comments

comments

Nessun commento