Massimo Tedeschi | Biografia

Massimo Tedeschi è nato a Rezzato (Brescia) il 19 ottobre 1958.  È sposato con Maria Paola Pasini, giornalista professionista e Phd in Economia presso l’Università di Verona, ed è padre di Bianca Maria, che ha conseguito la laurea magistrale in Ingegneria ambientale presso l’Università degli Studi di Brescia.

Ha frequentato il liceo classico Arnaldo di Brescia dove ha conseguito la maturità classica nel 1977 con la votazione di 60/60. Si è laureato in filosofia nel 1982 all’Università statale di Milano con una votazione di 110 e lode presentando una tesi in storia della scienza dal titolo: La medicina eil dibattito su magia e stregoneria nel Seicento. Il contributo delle
“Quaestiones madico-legales” di Paolo Zacchia.

Durante gli studi universitari ha insegnato lettere in diverse scuole medie della provincia di Brescia e per due anni ha insegnato nel centro di formazione professionale per handicappati adulti di Rezzato, prima gestito dal Consorzio sanitario di zona Brescia Est, poi dalla Scuola Vantini di Rezzato.

Sempre durante gli studi universitari ha avviato la collaborazione giornalistica con il quotidiano Bresciaoggi, nel quale è entrato come redattore nel novembre del 1983. È giornalista professionista dal 13 gennaio 1986.

Nella Cooperativa 28 luglio, che fino al 1990 è stata editrice del quotidiano bresciano, è stato membro del consiglio d’amministrazione assumendo anche la condirezione della testata.

Nell’arco di 25 anni è stato redattore, caposervizi e inviato del quotidiano Bresciaoggi dove si è occupato prevalentemente di cultura, politica e vita religiosa realizzando reportage da Nord e Sud America, Nordafrica, Medio Oriente, intervistando protagonisti della vita politica e culturale locale e nazionale.

Dal 2011 all’ottobre 2015 (quando ha maturato le condizioni per il pensionamento) è stato caporedattore responsabile della sede di Brescia del Corriere della Sera alla guida di un’esperienza originale e innovativa del quotidiano di via Solferino, fortemente voluta dal direttore Ferruccio De Bortoli, già replicata con successo anche a Bergamo. Tuttora è editorialista per Brescia e collaboratore del Corriere della Sera.

Ha collaborato con diverse testate giornalistiche locali (fra cui il settimanale diocesano La voce del popolo e il mensile Madre) e nazionali della carta stampata, radio e tv. Ha realizzato numerose inchieste per il periodico Atlante bresciano, edito da Grafo Edizioni.

Nel 2011 è stato coordinatore scientifico delle celebrazioni bresciane per il centenario dell’Altare della patria promosse da un pool di enti e realtà economiche fra cui i Comuni di Rezzato e Botticino, la Camera di commercio industria artigianato e agricoltura di Brescia, la Provincia di Brescia, consorzi di imprese operanti nel settore del marmo. Al suo attivo numerose pubblicazioni di carattere storico e giornalistico dedicate ad aspetti sociali, economici, artistici e culturali della realtà bresciana.

Il 2 giugno 2013 il presidente della Repubblica gli ha conferito l’onorificenza di Ufficiale dell’ordine al merito della Repubblica italiana. Dal 2015 è socio dell’Ateneo di scienze lettere e arti di Brescia. Dal 2016 è socio dell’Ateneo di Salò. Dal 2017 è presidente della AAb.

Massimo Tedeschi
Massimo Tedeschi