Monopattini con Intelligenza Artificale per proteggere i pedoni

0
FOTO DA ITALPRESS

ROMA (ITALPRESS) – Luna, startup della micro-mobilità, e Voi Technology, leader europeo di monopattini elettrici a noleggio, stanno collaborando per fornire, per la prima volta al mondo, la “Computer Vision” ai monopattini che saranno integrati nella flotta di Voi, così da renderli in grado di percepire l’ambiente circostante e reagire di conseguenza per proteggere utenti e pedoni. Con l’integrazione di questa tecnologia, Voi diventa il primo operatore di monopattini al mondo a offrire il rilevamento dei pedoni in tempo reale, simile a quello disponibile nelle auto di fascia alta.
La tecnologia, che si basa su sensori di fascia alta della telecamera e algoritmi di Edge AI, permette a un monopattino di capire se si trova in un’area con alta presenza di pedoni e di comportarsi in modo adeguato sulla base di parametri predefiniti.
Inoltre, il veicolo è in grado di rilevare il tipo di superficie o di corsia su cui si trova (pista ciclabile, marciapiede, strada) e di reagire di conseguenza rispondendo ai parametri di sicurezza imposti dalle municipalità.
La partnership globale tra Luna e Voi riguarderà anche altre tecnologie per la smart city per la micro-mobilità condivisa, al fine di migliorare l’efficienza operativa delle flotte di monopattini elettrici, accelerando e sostenendo la loro diffusione su larga scala a beneficio dei cittadini e dell’ambiente.
“Questa tecnologia GPS di ultima generazione – si legge in una nota – migliorerà anche l’efficienza operativa e ambientale di Voi, accelerando e sostenendo così la diffusione di monopattini elettrici con costi contenuti e garanzie di sicurezza, a beneficio dei cittadini e delle comunità locali”.
Fredrik Hjelm, co-fondatore e CEO di Voi Technology, ha spiegato: “Stiamo adottando questo tipo di tecnologia pionieristica in modo da poter contribuire a creare città sempre più vivibili e per garantire che le autorità municipali si sentano sicure nell’includere il monopattino elettrico come parte delle loro strategie di smart city. Abbiamo all’attivo più di 30 milioni di corse fino ad oggi e siamo perfettamente consapevoli dei problemi inerenti alla sicurezza dei veicoli”.
“Crediamo nell’educazione degli utenti, ma pensiamo anche che sia indispensabile fornire loro una tecnologia che li supporti nell’uso responsabile dei monopattini. La soluzione di Luna risponde ad alcune delle grandi sfide che il nostro settore ha affrontato fin dal primo giorno – tra cui la guida sui marciapiedi e il disordine sulle strade. Le implicazioni globali di tutto questo stanno cambiando radicalmente in termini di supporto all’adozione su larga scala dei monopattini. Siamo molto orgogliosi di essere i primi a integrare questa tecnologia a beneficio dei nostri utenti, dei pedoni e delle autorità”.
Andrew Fleury, co-fondatore e CEO di Luna, sottolinea: “Dato che i monopattini in sharing aumentano in modo esponenziale nelle città di tutto il mondo, è fondamentale che diventino più ‘intelligentì e sicuri – a vantaggio di utenti, pedoni e città. Siamo felici di lavorare con Voi, soprattutto perchè hanno da sempre dato priorità alla sicurezza e all’innovazione delle smart city. Con questa fase di sperimentazione, vogliamo esplorare in particolare il modo in cui i monopattini, dotati di computer vision, possono garantire un migliore utilizzo per gli utenti, i pedoni, gli utenti della strada più vulnerabili, il team operativo di Voi e le stesse autorità locali. Finora erano i pedoni a dover individuarne la presenza, a evitarli e a muoversi tra i questi veicoli. Ora, la tecnologia dei monopattini intelligenti di Luna permette agli operatori e alle città di gestire meglio le loro flotte e di evitare queste problematiche”.
(ITALPRESS).

Comments

comments