Nessun abuso sessuale in clinica

    0
    Bsnews whatsapp

    Dopo la vicenda legata agli asili bresciani, risolta con la completa assoluzione di tutti gli imputati, un’altra indagine processuale si conclude con un nulla di fatto: tutti assolti dalle accuse di violenza sessuale che si sarebbero verificate nella comunità protetta di via Duca Degli Abruzzi in città. Evidentemente il confine tra lecito e illecito è molto labile in queste questioni, ed è sempre difficile dare interpretazioni quando le vicende riguardano minori, come nel caso degli asili, o persone in difficoltà. Per i giudici della prima sessione del tribunale di Brescia tutti assolti dunque, l’educatrice professionale e i due operatori tecnici, dipendenti degli Spedali Civili. Gli avvocati degli accusati hanno accolto la sentenza con una certa soddisfazione, così come i dirigenti della struttura che in questi ultimi mesi hanno sempre difeso la credibilità dell’ambiente e la correttezza dei medici e del personale che ci lavora. A dir la verità la comunità protetta non esce proprio indenne dalla vicenda: le indagini svolte per le accuse di abuso hanno palesato altri illeciti collaterali, per i quali gli imputati sono già stati condannati. Il medico responsabile della struttura è stato assolto dall’accusa di non aver impedito le violenze ma comportamenti non professionali e maltrattamenti sono comunque stati accertati; un operatore ha ricevuto una condanna di un anno e sei mesi per ingiurie e percosse e un altro una condanna di due anni e sei mesi per peculato, essendosi impossessato di farmaci e alimenti di proprietà della struttura.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. il solito vecchi problema della giustizia in Italia, nessuno ha fiducia, chiunque commetta un reato il giorno successivo è già libero ecc. ecc. la realtà, a mio avviso è talmente evidente e nessuno ha il coraggio di denunciarla, solo il nostro benedetto "Silvio" ha il coraggio suo malgrado di prendersela con i veri responsabili di tutto questo, purtroppo rimane inascoltato in quanto agli operatori del settore è antipatico, lo credo con tutti i soldi che ha, quelli che lo invidiano dovrebbero rubare 1000 vite per avvicinarlo, io non ho di questi problemi, anzi lo amo + di E.Fede inoltre trovo che abbia ragione sui processi la giustizia ecc. i responsabili sono semplicemente i giudici e non una parte minore, ma la maggior parte, e finchè avranno lo strapotere che anno oggi, la giustizia in Italia non potrà mai chiamarsi tale, mi auguro che le cose cambino, non tanto, almeno che ognuno percepisca lo stipendio che merita, credo avremmo moltissimi giudici senza reddito, non sanno fare seriamente le indagini e la maggior parte dei processi sono fondati sul nulla e finiscono nel nulla, come il lavoro che sanno fare………..NULLA i dipendenti che non lavorano o sbagliano vengono richiamati o licenziati………i giudici sono indipendenti, non capisco da cosa, indipendenti nel fare niente, complimenti agli Italiani che sopportano questo strano sistema

    RISPONDI