Via libera da Bruxelles

    0

    Si potrà partire ora? Sembra di si. Dopo le rassicurazioni da parte del presidente di Regione Lombardia Roberto Formigoni e di alcuni europarlamentari italiani arriva il via libero definitivo della Commissione Europea che archivia la procedura d’infrazione contro il progetto di realizzazione dell’autostrada direttissima Brescia-Bergamo-Milano. La procedura fu intrapresa per appurare eventuali irregolarità proceduali nell’affiadamento degli appalti, ora ogni inchiesta è stata chiusa. Esprimono soddisfazione molti uomini impegnati a vario titolo nel progetto: il presidente della società "Brebemi" Franco Bettoni (società controllata per l’89% da Autostrade Lombarde e per il rimanente da comuni, provincie, camere di commercio, multiutilities, banche), il ministro Altero Matteoli, Mauro Parolini, assessore ai Lavori Pubblici in Broletto e Roberto Formigoni: «Siamo sempre stati certi della correttezza delle nostre azioni e della piena rispondenza ai parametri europei e siamo lieti che la Commissione abbia confermato questa nostra impostazione, riconoscendo che la Brebemi è una grande opera necessaria all’Italia e che si svolge nel rispetto delle regole europee». I prossimi passi: approvazione del progetto definitivo, dal punto di vista tecnico e finanziario, approvazione da parte del Cipe (entro 7 mesi dalla presentazione del progetto) e solo allora apertura dei cantieri. Salvo nuovi intoppi.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome