Ancora paura per le slavine

    0

    Ieri mattina intorno alle 8.30 un’altra slavina staccatasi dalle pareti della montagna alcune centinaia di metri sopra Bagolino ha messo in allarme i soccorsi. Non appena è stato messo in funzione l’apparecchio che rileva l’eventuale presenza di corpi sotto la massa nevosa gli uomini del soccorso si sono attivati per intraprendere le operazioni di salvataggio: il radar armonico segnalava una presenza. Ruspe ed escavatori si sono messi al lavoro ma una volta liberata la strada si è potuto tirare un sospiro di sollievo per quello che è stato solo un falso allarme. Certo è che la slavina era di dimensioni davvero notevoli, si parla di circa 30mila metri cubi.
    La strada variante che aggira l’abitato di Bagolino era già chiusa prima di ieri e lo è ancora, chiusa ora per precauzione anche la vecchia strada 669 che porta alle piste.
    Au.Bi.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome