Quando il privato è pubblico

0
Non è una questione di denaro e nemmeno d’immagine, ma solo di dignità. Veronica Lario avrebbe potuto proseguire nella finzione di un matrimonio finito da tempo come tante donne che, pur avendo la stesse possibilità economiche o quanto meno non avendo  grandi problemi di soldi, preferiscono le umiliazioni alla rottura. L’attrice definita dal marito “ la signora” lo è divenuta nel senso più nobile del termine ed ha deciso di tutelare la propria dignità ed impartire una lezione alle donne che confondono l’emancipazione con mise oltre il buon gusto giuste da gettare sotto i riflettori di qualche reality.
Veronica Lario gode di tutti i benefici di un reddito sconfinato e in questo senso non può rappresentare le donne in generale, ma lo scatto d’orgoglio, non privo di dolore, assume un significato simbolico di non poco conto. Quando il privato è anche pubblico la decisione della moglie del premier diventa importante non tanto perchè sia la moglie di Silvio Berlusconi, ma perchè il marito, uno dal comportamento come tanti, non ha avuto nemmeno l’eleganza di rispettare la riservatezza che converrebbe a chi sa di finire sulle pagine dei rotocalchi per ogni sbadiglio.
Un monito agli avversari di Berlusconi: adesso sarebbe di cattivo gusto speculare a livello politico su una vicenda che rimane un affare privato o quanto meno un affare di donne.

Federica Papetti

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Gli avversari politici non hanno speculato sulla faccenda, eccezion fatta per i soliti battutisti, piuttosto è Berlusconi che ha accusato l’opposizione di "AVER SOBILLATO" la Veronica, forse Casini o Franceschini gli hanno provocato il divorzio ? C’è da ridere.
    Se non fosse che quest’uomo è al governo del nostro paese e è incapace di fare riforme che aiutino le imprese a rialzarsi o i lavoratori a arrivare a fine mese.
    L’Italia è veramente a terra !!!!!

LEAVE A REPLY