L’importanza del voto europeo

    0

    Sabato 6 e domenica 7 giugno si vota per eleggere i nostri rappresentanti al Parlamento europeo.
    Si tratta di un appuntamento elettorale decisivo, perché il Parlamento europeo con il Trattato di Lisbona acquisterà una nuova influenza attraverso maggiori poteri di codecisione con il Consiglio dei Ministri.
    Nonostante ciò queste elezioni sono sparite dai media italiani e se i giornali, le televisioni e le radio non ne parlano i cittadini non possono comprenderne l’importanza e non possono avvicinarsi maggiormente all’Europa.
    In questi due anni di mandato ho preso ulteriore coscienza del ruolo che il Parlamento europeo ha per l’Europa intera, e ancora di più un ruolo nelle nostre vite e nella nostra storia.
    Il successo dell’Unione europea è tangibile, concreto: lo sviluppo democratico ed economico dalla sua nascita in poi ha arricchito tutti i paesi membri! La pace e la stabilità che l’Europa ha vissuto dal dopoguerra ad oggi sono merito delle alleanze nate e consolidatesi con il Trattato di Roma.   
    E per fare un paio di esempi recenti: il rincaro del petrolio degli ultimi anni avrebbe avuto conseguenze ancora più pesanti se non avessimo avuto una moneta forte come l’euro; ed anche l’ultima crisi finanziaria sarebbe stata devastante senza la stabilità creata dalla UE.  
    Inoltre, l’UE ha amplificato le opportunità che i giovani ed i cittadini europei oggi hanno grazie ai progetti UE e grazie al mercato unico europeo ed alla libera circolazione.
    Per contare in europa bisgona esserci e personalmente ho cercato di partecipare il più possibile alle attività parlamentari; infatti sono segnalato tra i parlamentari italiani con il maggior numero di presenze (99%), ma la partecipazione dovrebbe essere la normalità, non una eccezzione. Ciò mi ha permesso di conoscere i meccanismi burocratici (da semplificare) e di approfondire e di lottare per i problemi veramente sentiti dai cittadini.
    Mi auguro quindi di poter continuare il mio lavoro in sede europea e di portare ancora di più l’esperienza bresciana e le priorità del nostro territorio.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY