65 anni dal bombardamento

    0
    Bsnews whatsapp

    13 luglio 1944: il più massiccio bombardamento della seconda guerra mondiale sulla nostra città provoca 198 vittime e la distruzione di almeno 300 case, di parte della cupola del Duomo e della copertura della Queriniana. A distanza di 65 anni Brescia non dimentica e si torna a parlare di un monumento commemorativo per i parenti delle numerose vittime. Lo fa anche l’assessore Mario Labolani che "promette" che il monumento verrà realizzato. Già stabilito dove piazzarlo: tra via dei Mille e via Fratelli Ugoni. I ritardi nella realizzazione del monumento sono dovuti ai lavori in corso nella zona.
    a.c.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. tempi indimenticabili perchè vissuti personalmente.
      Sono d’accordo sul monumento perchè la gente non deve dimenticare.
      ricordo la cupola del duomo che bruciava – ricordo la scritta sulle
      pareti delle case diroccate " casa visitata dai liberatori"
      in conclusione: la gente ha imparato poco dalle tragedie.

    RISPONDI