Dalla Loggia un bonus anticrisi

0

Lungi dall’essere passata, la crisi a Brescia ancora si fa sentire, soprattutto nelle famiglie dove il portatore di reddito è in cassaintegrazione o addirittura è stato licenziato. Per andare incontro a coloro che sono in evidente difficoltà il Comune di Brescia ha ideato un bonus anticrisi che verrà elargito, in tempi brevissimi, promettono, come sostegno a chi paga un mutuo per la prima casa o per che paga l’affitto. Nel saloncino del turismo di piazza Loggia l’assessore ai Servizi Sociali Giorgio Maione ha presentato ieri l’iniziativa. Il bunus, dell’importo minimo di 200 euro, è pensato per coloro che si sono visti abbassare il reddito di almeno il 30% nei mesi successivi ad agosto 2008, per chi si trova in condizioni di fragilità economica, per le persone che vivono sole e per i vedovi fino all’età di 65 anni (poi subentra il bonus anziani). Oltre a questi requisiti bisogna essere residenti a Brescia da almeno 5 anni.
Il bonus anticrisi ammonterà al 90% della differenza tra il mutuo o affitto pagato e quello sostenibile in base al reddito percepito. Nessuna graduatoria e nessuna scadenza, la cifra complessivamente stanziata dal comune è pari a 300mila euro tra 2009 e 2010.
I dettagli e la procedura per la domanda sono consultabili sul sito del comune.
Au.Bi.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome