Potrebbe arrivare multa da 140milioni

    0

    «Disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e per l’esecuzione di sentenze della Corte di giustizia delle Comunità europee»: dietro la formula utilizzata dal consiglio dei ministri per un decreto varato la scorsa settimana potrebbe nascondersi una multa da 140 milioni di euro per A2A.
    La sanzione purtroppo è molto più che una semplice possibilità, il decreto è in procinto di essere firmato dal presidente Napolitano. Così come altre municipalizzate, la ex Asm nel 1996 divenne una Spa e per un triennio beneficiò di esenzioni fiscali. Ora l’Unione Europea dice che quelle esenzioni rappresentarono di fatto degli aiuti di stato, e perciò non consentiti. 60 milioni di euro A2A li ha già sborsati per la stessa questione (la scorsa primavera), ora a quella cifra potrebbero aggiungersene altri 80.
    La Loggia non ci sta, il sindaco afferma che Asm agì nel pieno rispetto delle regole, accogliendo l’invito del Governo di allora a entrare nel mercato azionario anche per questioni di trasparenza. E poi una "multa" salata da 60 milioni, che voleva chiudere definitivamente la questione, è già stata pagata, se mai chi dovrebbe pagare è il Governo che promosse gli sgravi fiscali di cui hanno approfittato Asm e altre municipalizzate.
    Un ulteriore esborso da parte di A2A sarebbe quanto mai doloroso per le casse della società, e per quelle della Loggia che ogni anno riceve dalla multiutility 84 milioni di euro.
    a.c.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome