Proteste dei commercianti

    0

    L’amministrazione trascura corso Mameli privilegiando altre zone del centro città? E’ questo il pensiero dei commercianti del corso, che dalle colonne di Bresciaoggi in edicola stamane reclamano più attenzione.

    Corso Zanardelli, corso Palestro e piazza Paolo VI le vie dove secondo cui i commercianti vengono concentrate le attenzioni da parte di Labolani (assessore al Centro Storico) e Margaroli (assessore al Commercio). I problemi? Il costo degli affitti di case e negozi, decisamente troppo alto perché fissato quando ancora la via era la numero 1 del mercato cittadino, scoraggia nuovi insediamenti, la  via è scarsamente illuminata soprattutto d’inverno ed è sporca, i parcheggi pochi e distanti e corse degli autobus poco frequenti e con fermate solo in via Mazzini. Contrastanti i giudizi sulla massiccia presenza extracomunitaria: per alcuni commercianti sono una seccatura perché scoraggerebbero i cittadini bresciani a transitare nella via, per altri sono gente tranquilla e rappresentano una buona fetta di clientela. E’ innegabile che ormai quasi ogni nuovo negozio che apre nella zona è di proprietà di cinesi, gli unici che paiono in grado di battere la crisi.
    a.c.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. E si che l’altro giorno ho incontrato per strada l’Assessore Margaroli,Margaroli padre cioè,felice come un bambino,con un gran mazzo di fiori sulle braccia,color tulipano stupendo.Dono dei commercianti del Centro Storico che ,a suo dire, sono soddisfattissimi di come vanno le cose del commercio cittadino,quelle del traffico e quelle del governo della città. Mi stupisco allora di tante proteste. Ma i voti ,a questi timonieri dallo sguardo lungo e asintotico,chi glieli ha dati? A tutt’oggi,a chiedre in giro, sembra nessu colpevole esista in circolazione (sic!).
      Il Centro,nel frattempo, è diventato un casino a cielo aperto.Ognuno fa quello che vuole e desidera all’istante.Gli immobiliaristi se la godono con affitti esorbitanti;Corso Mameli è diventato un budello da quartiere spagnolo.La colpa non è degli immigrati,cari signori,:loro sono un grade affare per i molti furbastri che poi si lamentano,coram populo, di averceli tra i piedi.E ora di riprendere il filo per un nuovo e più produttivo confronto con i problemi di questa città che sta lentamente degradando. Ma il Sindaco non si accorge di nulla?

    LEAVE A REPLY