Bordelli cinesi in città

    0

    Via Diaz. La polizia municipale ha scovato un appartamento affittato dalla mafia cinese per farvi prostituire connazionali provenienti da Milano e da Prato. Giovani ragazze che si fermano a Brescia per 10, 15 giorni e poi ripartono per lasciare il posto ad altre che soddisfano la voglia di novità dei clienti esigenti. Giovani ragazze clandestine, obbligate a prostituirsi, che ricevono decine di clienti al giorno. Proprio il continuo via-vai in un appartamento di via Diaz ha destato i sospetti negli agenti della Municipale che hanno effettuato controlli e posto sotto sequestro l’immobile, regolarmente affittato da una organizzazione che possiede altri locali in città, arredati tutti in modo simile e quindi presumibilmente destinati agli stessi scopi. Le indagini sono in corso.
    a.c.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome