Straniero cerca di ammazzare minore

    0

    I Carabinieri della Stazione di Vobarno, unitamente a quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Salò, al termine di una intensa attività investigativa, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di “Tentato omicidio e lesioni personali” un 24enne cittadino nordafricano, nullafacente, del luogo.

    In serata, i militari della Stazione di Vobarno raggiungevano il centro del Paese, ove una famiglia italiana aveva chiesto il loro aiuto, in quanto la loro figlia minore di anni 9, si trovava ferita ed in stato di shock a seguito di caduta all’interno del fiume “Chiese”.

    I militari intervenuti allertavano prontamente il personale sanitario del “118” ed accompagnavano la piccola vittima presso una locale struttura sanitaria, ove la minore veniva soccorsa e curata. Nel frattempo, altri colleghi provvedevano a ricostruire l’accaduto attraverso le varie testimonianze raccolte. In particolare, si accertava che, durante il pomeriggio, la piccola vittima ed un suo coetaneo si trovano a giocare sulla sponda del fiume Chiese, quando il 24enne, che passeggiava su di un ponte ivi esistente, aveva con loro uno scambio di battute ed un successivo diverbio, a seguito del quale il giovane, nel frattempo giunto nei pressi dei bambini, improvvisamente spingeva la minore all’interno delle acque del corso d’acqua, mandandole a sbattere testa e costole contro le rocce ivi esistenti, allontanandosi successivamente. Il coetaneo, grazie al suo pronto spirito d’intervento, riusciva a fatica a recuperare la sua amichetta ed a farla uscire dall’acqua, chiamando aiuto.

    Il personale operante, al termine dell’attività investigativa, riusciva ad identificare e bloccare l’indagato in quel centro, che veniva successivamente tratto in arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Brescia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY