\”Bianco natale\”: ne parla l\’Italia

    0

    Il comune di Coccaglio è finito nei tg nazionali. La gente ne parla, i giornalisti arrivano per cercare di intervistare gli amministratori e qualcuno in Parlamento sollecita un\’interpellanza.

    Sotto accusa l\’attuazione delle norme recentemente approvate dal pacchetto sicurezza e, in particolare, il nome dato all\’operazione di controllo della effettiva residenza degli immigrati: "White Christmas". Franco Claretti, sindaco di centrodestra del comune, ci tiene a precisare (anche se la frittata ormai è fatta): «White Christmas è una denominazione assolutamente casuale, a cui la polizia locale è pervenuta in modo informale e scherzoso per coincidenze cronologiche».

    L\’operazione in sé non ha nulla di sconvolgente, nè tantomeno xenofobo. Si tratta di controllare casa per casa se i circa 400 immigrati che hanno la residenza a Coccaglio ed hanno il permesso di soggiorno scaduto da sei mesi, risiedono ancora, effettivamente, in paese. Anche i cittadini di Coccaglio certo non sono contrari ai controlli sugli immigrati che i vigili stanno effettuando, solo il nome dato all\’operazione è, quantomeno, infelice.
    a.c.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. No, non è solo il nome infelice, i leghisti intendono in quel modo l\’essere cristiani, cacciare gli stranieri dall\’Italia. C\’è una sola cosa che fanno i leghisti: diffondere la paura e seminare l\’odio contro gli immigrati, questa è la solo politica che sanno fare. Infelice è l\’Italia governata da questi rancorosi e astiosi parolai e seminatori d\’ingiustizie. Dopo la malavita organizzata ci mancava solo la lega nord.

    2. nome infelice ma cosa giusta se sono clandestini se ne devono andare
      e cmq ,anche i paesi sono pieni di questa gentaglia adesso non puoi andare neanche al supermercato che ti importunano addirittura davanti al cimitero o alla farmacia, sono troppi e non lavorano come fanno a mantenersi? hanno scoperto che spacciare o chiedere l\’elemosina frutta di piu\’ che lavorare onestamente,ai finti perbenisti parlate di uguaglianza perche\’ non avete la netta visione della realta\’ di brescia che e\’ in mano agli immigrati che seminano terrore convinti che non andranno mai in galera ,a brescia e\’ diventato impossibile girare per strada tranquilli…..invece di avere a cuore il futuro di questi personaggi dovreste avere a cuore il futuro dei nostri figli!

    3. qualche anno fa\’ la pensavo anch\’io cosi e non sono l\’unica \"poverini hanno diritto di essere felici vengono da un paese in guerra o povero ,cosa fanno di male ? \"
      adesso le cose sono cambiate chi la pensa come me pensa che potrebbero vivere con noi,cercare di integrarsi e lavorare invece scelgono la strada piu\’ facile delinquere,cosa che facevano anche al loro paese ,solo che la\’ li buttano dentro e buttano la chiave per questo vengono qui,invece di puntare il dito e darci dei razzisti fatevi una domanda fate davvero tutti i giorni qualcosa per loro? qualcosa che li aiuti davvero ad integrarsi? o le vostre parole sono date al vento? lo fate per partito preso ??????? essere di sinistra vi rende cechi…..(io sono di sinistra ma non sono ceca io vivo a brescia e non parlo cosi a vanvera …..)

    4. tolleranza zero con chi delinque che sia italiano o straniero…
      tutti i paesi ma soprattutto brescia invece di mandare i vigili a fare multe ai poveri cristi che lavorano,dovrebbero fare i controlli casa per casa ,,,,la meta\’ non hanno il permesso di soggiorno e tanti ce l\’hanno falso perche\’ pagano per fare assunzioni false…per le quali sborsano fino a 5000 euro chissa\’come li trovano… leggete i giornali o li usate solo per andare in bagno? voi perbenisti voi che professate l\’uguaglianza ma de che…..? avete il paraocchi….?

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome