Consiglio di Stato pro-Verona

    0

    Doccia fredda, anzi tiepida, per Abem: il Consiglio di Stato da’ ragione a Catullo Spa stabilendo che è la società titolata a gestire lo scalo monteclarense. Tiepida perché, secondo i legali di Abem, i giudici hanno dato ragione ai veronesi solo in quanto attualmente sono legittimemente affidatari di una concessione ricevuta dall’Enac, concessione che però è solo provvisoria in attesa di quella "definitiva" di durata quarantennale. Al momento dell’affidamento della concessione lunga potrebbe entrare in gioco anche Abem (cordata formata da Aib, associazioni di categoria bresciane e imprenditori privati), o counque impugnare in sede legale l’affidamento a Verona senza l’effettuazione di una gara europea.

    Le motivazioni della sentenza sono attese a giorni, nel frattempo negli ambienti bresciani torna a farsi forte l’ipotesi di un accordo con Verona che possa portare alla creazione di alcune subholding per la gestione degli aeroporti, holding a maggioranza veronese per il Catullo e Bresciana per il D’Annunzio, pur lasciando il controllo ai veronesi.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Continuo a pensare che il vizio all\’origine è la mania di grandezza che ha voluto costruire e vuole tenere aperto un aeroporto troppo vicino a Bergamo e Verona.
      Chiudiamolo una volta per tutte e risparmieremo un mucchio di soldi (tanto quelli spesi per costruirlo non tornano più indietro).

    LEAVE A REPLY