San Faustino: ok per l\’ordine pubblico

    0

    Qualcuno lo ha definito “Ordine pubblico da primato” e credo che, visti i risultati, non ci sia espressione più adeguata per definire l’attività di controllo svolta dalle Forze dell’ordine durante la fiera di San Faustino. L’evento, che ha portato in città più di 200 mila persone, è stato organizzato e curato nei minimi dettagli soprattutto dal punto di vista della sicurezza, aspetto fondamentale per far sì che manifestazioni così importanti possano essere vissute e ricordate nella massima tranquillità così da invogliare tutti quanti a ritornarci l’anno dopo. Un lavoro costante, fatto di controlli quotidiani per contrastare il mercato abusivo ha permesso di arrivare all’appuntamento fieristico con una “quasi certezza” di non ritrovarsi, per le vie e gli angoli del centro, venditori abusivi. A molto è servito, proprio a questo proposito, il maxi sequestro di merce contraffatta svolto dalla Polizia Locale una settimana prima della fiera. Numerosissimi capi griffati falsi erano pronti ad essere immessi sul mercato non soltanto di San Faustino ma anche attraverso i negozi. In un appartamento di Via Triumplina gli agenti hanno smascherato un grosso giro di fabbricazione di indumenti, borse, cinture tutte rigorosamente “griffate”, peccato però che di originale non ci fosse proprio nulla e per il senegalese trovato nel locale è scattata la denuncia in stato di libertà mentre tutta la merce è stata sequestrata.

    Il 15 febbraio erano 200 i vigili in servizio per tutto il giorno che, insieme alle altre forze dell’ordine, hanno garantito che tutto si svolgesse alla perfezione. E così è stato, basti pensare che il bilancio post-fiera ha fatto registrare soltanto sette denunce per furto, quattro presentate ai Carabinieri e tre alla Polizia di Stato. Non un bimbo smarrito, nessuna richiesta di intervento ne alla Polizia Locale né a quella Statale, nemmeno un intervento da parte della Guardia di Finanza.

    Questo è il risultato di un lavoro importante, pianificato nel tempo e attuato ogni giorno. Garantire la sicurezza a Brescia non è uno spot ma un lavoro vero e proprio che vede i risultati soprattutto in occasione di grandi eventi come quello appena passato, la Fiera dei Patroni, occasione per migliaia di persone di conoscere Brescia e il suo magnifico centro storico.

    Fabio Rolfi

    Vice Sindaco e Assessore alla Sicurezza e Polizia Locale del Comune di Brescia

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Non sono del tutto d\’accordo……… I vigili controllano di più la città, ma certe cose tipo il bonus bebé potevano risparmiarsele………

    2. ci si vanta che tutto va meglio.. in parte è vero.. ma certe misure come il bonus che servono solo a farsi pubblicità si potrebbero evitare!

    3. Questo è il sito della Lega???????????? Comunque meglio lo sceriffo di questa opposizione inesistente guidata da Del Bono e Bragaglio!!!!!!!!

    4. Sinceramente anch\’io a volte non capisco la linea politica di questo sito, poi penso che non mi interessa. Datemi i fatti e le opinioni (rigorosamente separate dai fatti) che le conclusioni le so tirare da solo.

    5. Guardi signor Rolfi che la fiera di s.Faustino è vecchia come il cucco, non l\’ha invetata la Lega. E in tutte le precedenti fiere non sono mai successe cose strane o commessi reati perseguibili dalla legge. Infine i vigile hanno sempre fatto il loro dovere, se no che vigili sarebbero? Caro Rolfi l\’acqua calda è stata inventata da molto tempo.

    6. Effettivamente mi sento MOLTO più sicuro adesso che il pericolosissimo senegalese che vendeva cinture griffate è stato preso con le mani nella marmellata!
      Grazie!
      Sarei oltremodo felice che la Lega Nord avesse la stessa cura e attenzione verso chi stappa bottiglie di spumante nostrano mentre muoiono 295 italiani a L\’Aquila.
      Ma sembra che l\’argomento non dia troppo fastidio nè alla Lega, nè a chi la vota.
      PERICOLOSISSIMI ROM e senegalesi imbottiti di cinture …griffate vengono braccati … sciacalli e colpevoli di ruberia dalle casse statali vengono incensati.
      Mi sento davvero MOLTO più sicuro.
      Grazie

    7. buon giorno sig sceriffo di brescia. sono un bambino di 4 quattro anni e frequento un asilo della città. c\’è un bambino tra i grandi molto prepotente che mi fa sempre i dispetti. potrebbe, lei che è così bravo a garantire l\’ordine fare qualcosa per aiutarmi. con grande ammirazione la ringrazio. lei è un eroe, lo dice anche il mio papà che vota lega.

    8. Quanto astio signor Riccardi, io mi sento davvero più sicura in certi quartieri… e poi il problema dei rom lo sa anche lei che non è querllo delle borse taroccate: se le fossero entrati in casa più volte come a tanti bresciani forse capirebbe

    9. Sig. CIOA, in casa mi sono entrati banche, assicurazioni e petrolieri e le assicuro che sulla mia busta paga hanno influito assai.
      Se lei si rendesse conto di quanti siano i soldi che le rubano mensilmente con loschi cartelli per tenere alti i prezzi di benzina, polizze e servizi bancari, credo che rimpiangerebbe gli zingarelli.
      Se lei cade nel tranello della guerra tra poveri è una sua scelta.
      Io di certo non ci casco.
      Se ha un mutuo della casa, provi a chiedersi quanti soldi ha speso in più solo per i due anni con gli interessi impazziti che hanno fatto scopiiare la crisi!
      Guardi che la crisi l\’hanno fatta gli speculatori bancari e politici … NON gli zingari.
      Padrone lei di incazzarsi con chi vuole.
      E intanto la Lega prospera su queste paure, quando i VERI MALI sono ben altri.

    10. riccardi non faccia il demagogo.. il mutuo se lo sceglie e lo firma… i ladri che le rubano la fede e i preziosi no… il fatto che nel mondo ci siano ingiustiìzie non giustifica che certe persone facciano atti fuori legge… e per inciso: obblighino i figli a non andare a scuola e a sposarsi a 12 anni… a me non stanno bene le ingiustizie da nessuna parte… comprese quelle dei petrolieri e delle banche.. a lei no.

    11. Che risulti a me il termine \"demagogo\" ben si adatta a chi asseconda le paure e le aspettative della gente.
      Credo che lo possa indirizzare a chi veste la camicia verde e anche a chi la vota.
      Io vorrei solo che (come scritto CHIARAMENTE nel primo commento ma le è SFUGGITO) che tanto accanimento contro i rom venisse riservato ANCHE a chi mi deruba vestito con camicia bianca. SE LO RILEGGA.
      Dopo aver letto il suo commento mi chiedevo;
      E poi, l\’astioso sarei io?
      Le mancava solo di auspicare il ritorno al triangolo nero …

    12. ma se Rolfi dice che l\’ordine pubblico è da primato (altri dicono da primate) come mai fate venire gli alpini in stazione in funzione di ordine pubblico?
      quali altri primati volere rincorrere ancora?

    13. ma se Rolfi dice che l\’ordine pubblico è da primato (altri dicono da primate) come mai fate venire gli alpini in stazione in funzione di ordine pubblico?
      quali altri primati volere rincorrere ancora?

    LEAVE A REPLY