Coltivazioni a Sarezzo e Barbariga

    0
    Bsnews whatsapp

    Vasetti di terracotta posizionati vicino alla finestra, in una stanza molto luminosa e molto calda, non per coltivare piante esotiche ornamentali ma per piantine di marijuana. Questa la scoperta dei carabinieri di Gardone Val Trompia che in un appartamento di Sarezzo hanno scovato la piantagione illegale di B.S., operaio di 30 anni pedinato da tempo ed ora in arresto. A casa dell’uomo alcune piante di cannabis oltre a un panetto di hashish, bilancino e strumenti per il confezionamento della droga. Oltre alle piante vive l’uomo ne aveva in casa altre che stava facendo essicare. In casa assieme a lui c’erano la convivente e un’altra persona, segnalati come consumatori di sostanze stupefacenti.

    Seconda operazione messa in atto a Barbariga nella bassa bresciana, evidentemente paese non solo del casoncello. I carabinieri della caserma di Dello hanno posto in arresto due fratelli, Gianluca, 33 anni, e Giuseppe, 30 anni. I due oltre all’attività regolare di artigiani hanno messo in piedi una coltivazione di marijuana finalizzata non all’utilizzo personale ma allo spaccio. Nell’abitazione dei genitori (consapevoli?) i due fratelli hanno allestito un laboratorio con deumidificatore, ventilatori e riscaldamento spinto dove crescevano rigogliosamente 27 piante di cannabis. In casa anche tutti gli strumenti per il confezionamento finalizzato allo spaccio.
    a.c.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI