Sigilli al Dylan

    0

    Per un po\’ gli affezionati frequentatori del Dylan dovranno trovarsi un altra discoteca dove ballare la tanto amata afro-music. Un\’operazione congiunta di carabinieri, Nas e ispettorato del lavoro ha infatti messo i sigilli al locale di Coccaglio, passato letteralmente al setaccio mentre la gente in pista continuava imperterrita a ballare.

    Una cinquantina gli uomini impegnati nell\’operazione scattata alle tre della notte tra sabato e domenica. Le auto dei carabinieri hanno chiuso gli accessi alla discoteca, gli agenti accompagnati dagli ispettori hanno controllato ogni aspetto di loro competenza riscontrando numerose infrazioni. Partendo dagli stupefacenti, ovviamente. Diversi i ragazzi fermati (alcuni minorenni) per detenzione e spaccio di eroina, cocaina, hashish e anfetamine. Diverse le infrazioni per quanto riguarda le norme igienico-sanitarie. Diverse, infine, le persone trovate al lavoro senza essere in regola. Per i due titolari del locale è arrivata, per ora, una multa di 50mila euro. Nei prossimi giorni sono attese le decisioni del magistrato in merito alle sorti del locale.

    L\’operazione andata in scena sabato notte si è resa necessaria dai problemi causati dai frequentatori del locale: prima e dopo le nottate in discoteca erano numerosi i fermi di persone positive ai test per rilevare alcool e droga nel sangue, come numerosi sono stati i problemi di ordine pubblico, come ad esempio gli atti di vandalismo nelle stazioni di Chiari e Rovato, prese d\’assalto dai ragazzi che per il Dylan venivano da tutto il nord Italia.
    a.c.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. IL DYLAN ULTIMAMENTE HA PERSO MOLTO…NON TANTO PER LO SPACCIO DI DROGHE,CHE QUELLO ORMAI SI SA, MA ANCHE PER LA BRUTTA GENTE CHE CI GIRA…RAGAZZINI MINORENNI CHE PENSANO DI ESSERE I PADRONI DEL MONDO!L\’ AMORE PER L\’ AFRO è BALLARLA SANAMENTE E CON QUEL PIZZICO DI EUFORIA CHE VA OLTRE L\’ EFFETTO DI QUALSIASI DROGA..CHE LO PRENDANO KM INSEGNAMENTO TUTTI QUEI RAGAZZINI CHE SEMBRANO UOMINI VISSUTI E CHE INVECE DI AMARE L\’ AFRO SI ROVINANO CON LA DROGA PENSANDO DI ESSERE I PADRONI DEL MONDO..RICORDATE,CI SI DROGA IN CENTO,MA SI MUORE DA SOLI!

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome