Esce Eureka, volume due

    0
    Bsnews whatsapp

    Dopo gli ottimi riscontri della prima edizione, esce in tutta Italia il 12 novembre (distr. Audioglobe) prodotta, voluta e realizzata da Kandinsky Records e BandSyndicate, la seconda serie (questa volta di cinque dischi) a tiratura limitata EureKa: dal garage dei Seddy Mellory al cantautorato di Giovanni Peli, passando per la new-wave dei Newdress, il pop-rock italiano de L’Ultimo Piano ed il jazz-garage del Quintetto Zizkov. E’ finito il tempo delle microproduzioni!

     

    KANDINSKY RECORDS

    BANDSYNDICATE

    presentano

    EUREKA (vol.2)

    Con

    SEDDY MELLORY

    GIOVANNI PELI

    QUINTETTO ZIZKOV

    NEWDRESS

    L’ULTIMO PIANO

    EUREKA VOL.2 VERRA’ PRESENTATA UFFICIALMENTE A BRESCIA CON DUE BELLISSIME SERATE:

    SABATO 20 NOVEMBRE PRESSO LA LATTERIA ARTIGIANALE MOLLOY (Via B. Maggi, 9 INGRESSO GRATUITO CON TESSERA UISP) CON L’ESIBIZIONE DI SEDDY MELLORY E QUINTETTO ZIZKOV

    DOMENICA 21 NOVEMBRE PRESSO IL TIPO OO (Via F.lli Bandiera 3, INGRESSO GRATUITO) CON L’ESIBIZIONE DI GIOVANNI PELI, NEWDRESS E L’ULTIMO PIANO

    Anche quest’anno l’associazione culturale BandSyndicate in collaborazione con l’etichetta Kandinsky Records ha selezionato alcuni artisti della provincia di Brescia da sottoporre all’attenzione della stampa specializzata con la seconda serie di EureKa, piccoli dischi progettati e realizzati con la stessa cura di particolari che viene dedicata alle grandi produzioni.

    Innanzitutto una veste grafica ben precisa, affidata allo Studio Rokox di Roberto Kovre, che ha selezionato cinque giovani disegnatori che già collaborano anche con il mondo della musica: Biro; Valvola; Do the Clef; Mirko Pelizzoli; Nicola Ballarini.

    Poi la cura nella registrazione e masterizzazione ed infine una promozione professionale e capillare, seppur privilegiando il territorio di appartenenza.

    Quest’anno inoltre EureKa cresce, passando da quattro a cinque artisti, diversi tra loro per genere musicale, esperienza e area specifica di provenienza, mentre ben due degli artisti prodotti nel 2009 hanno realizzato o stanno realizzando un disco completo su Kandinsky Records, segno di maturità e crescita.

    Ormai del fenomeno musicale di questa piccola grande provincia bresciana si parla non solo in tutta la Penisola, ma anche Oltralpe e l’attenzione dei media e, nonostante la crisi, dei talent-scout di importanti case discografiche è sempre più alta.

    Molti si chiedono quale sarà il gruppo che bucherà lo schermo (e soprattutto gli altoparlanti) delle radio e chissà che non possa essere uno di questi.

    INFO:

    www.kandinskirecords.com

    artisti@kandinskirecords.com

    TEL. 030 41304

    SEDDY MELLORY

    Seddy Mellory nascono a Brescia come power trio alla fine del 2005, da elementi di Edwood, La Mamounya e Demi-jour.
    Il sound è un eclettico garage rock che trova radici tanto nell’acid rock che nel post punk. Dopo un EP autoprodotto (“…hello Betty?) e aperture per artisti come Costantines, Piano Magic, Gogol Bordello e Mojomatics nel dicembre 2007 ecco il secondo EP “…03.45 am: me, Betty and monoscope”, grazie al quale girano in tour tutta l’Italia e la Svizzera. Nel 2009 ecco il primo LP (pubblicato proprio in vinile) “Boris & Betty Vs. Black Nutria” per la neonata Tisyn Kyodi Records, un lavoro che riceve ottime recensioni e apprezzamenti.

    Nel 2010, dopo aver diviso il palco con i Linea 77, firmano per Kandinsky Records e producono l’EP di cinque brani “Looking for wild pialla in the club Copula” per la seconda serie di EureKa, un tosto incrocio tra sonorità garage e post-punk.

    Per le anteprime dei brani, biografia completa, foto e altro cliccare qui: http://www.kandinskirecords.com/kandinsky/seddymellory.html

    GIOVANNI PELI

    Giovanni Peli è un poeta, cantautore, musicista e autore nato a Brescia nel 1978.

    Dal 1995 pubblica diverse raccolte di poesie (“Incolore semplicemente – Poesie blu” e “Croda le foje – liriche civili”), mentre l’attività di cantautore inizia a pieno regime dal 2001, quando comincia ad autoprodurre una serie di demotape, ricevendo numerose recensioni positive dalla critica specializzata.

    Dal 2004 collabora come autore di testi con il musicista bresciano Paolo Cattaneo, con il quale organizza anche il rinomato Festival Voci Controvento, dedicato alla canzone d’autore.

    La sua attività di poeta e autore teatrale non si ferma, anzi gli consente di aggiudicarsi preziosi riconoscimenti quali il Primo Premio al Concorso Internazionale “Un’opera per un nuovo pubblico” indetto dalla Scuola di Musica di Fiesole per il trentennale della fondazione con la fiaba musicale “Volevo un foglio”, di cui è librettista, stesso ruolo con il quale si aggiudica il Primo Premio al Concorso Internazionale “4th Johann-Joseph-Fux Competition For Opera Composition 2006” organizzato dal Music Theather Institut di Graz (Austria) con l’opera da camera “Lies and sorrow” di Mauro Montalbetti.

    Nel maggio 2008 il poemetto di Giovanni Peli dal titolo “Il Principe, il Bibliotecario e la dittatura della fantasia” viene presentato alla XXI edizione della Fiera Internazionale del Libro di Torino grazie all’editore milano-newyorkese Edizioni di Latta che lo pubblica nella collana di poesia “Menti assetate”.

    Nel 2010 esce per EureKa 2 di Kandinsky Records il suo Ep che contiene 5 canzoni in cui il cantautorato riesce ad essere allo stesso tempo delicato, sensibile e accessibile.

    Per le anteprime dei brani, biografia completa, foto e altro cliccare qui:

    http://www.kandinskirecords.com/kandinsky/giovannipeli.html

    QUINTETTO ZIZKOV

    Il progetto nasce nel 2005 da un’idea di Stefano Beschi (chitarra, voce, armonica) e Marco Bazzoli (chitarra, armonica) ed oltre ai due comprende oggi, dopo alcuni cambi di line-up, Maurizio Mura (basso), Mariachiara Salvi (sax soprano e baritono) e Simone Robuschi (batteria).

    All’inizio del 2006 Marco parte per il Burundi, dove rimarrà per tre anni lavorando ad un progetto di volontariato internazionale, esperienza dalla quale rimane profondamente segnato, assorbendo numerose ispirazioni per la musica del gruppo.

    Nel 2010 ecco il loro EP per EureKa 2 di Kandinsky Records, cinque brani originali, con testi in italiano e sonorità che miscelano jazz, garage ed etno-surf.

    Per le anteprime dei brani, biografia completa, foto e altro cliccare qui:

    http://www.kandinskirecords.com/kandinsky/quintettozizkov.html

    NEWDRESS

    Dance e rock sono le coordinate di un progetto nato dalla new-wave, ma anche dall’amore per la tradizione italiana. Vestire la musica con un nuovo abito, questo è l’intento dei Newdress, ambizioso progetto nato nel 2002 grazie a Stefano Marzoli e Giordano Vianello già in collaborazione dal 1995 (Transea e Noir) ai quali si è aggiunto nel 2009 il chitarrista Andrea Mambretti. Proprio l’ingresso di quest’ultimo ha dato ai Newdress energia e potenza che, affiancata al prezioso lavoro di cesellatura ai sintetizzatori di Stefano e al drumming energico e telegrafico di Giordano, rendono il sound dei Newdress più vicino ad un rock elettronico rispetto ad “Alibi” (autoproduzione del 2008), senza distoglierli però dalla “formula canzone” e dall’amore per il “bel canto” in italiano.

    Nell’autunno del 2010 esce “MODErne Tessiture Sonore” un EP prodotto da Kandinsky Records per la serie EureKa vol.2.

    Per le anteprime dei brani, biografia completa, foto e altro cliccare qui:

    http://www.kandinskirecords.com/kandinsky/newdress.html

    L’ULTIMO PIANO

    L’EP stampato per la serie Eureka vol.2 di Kandinsky Records è la prima vera pubblicazione per L’Ultimo Piano. In realtà il gruppo bresciano composto da Alessandra Lancini (la splendida voce del gruppo), Gian Franco Riva (autore dei brani e basso), Amedeo Plebani (chitarra) e Paolo Fapanni (batteria) è già stato protagonista di numerosi eventi importanti: il “Festival delle Arti” di Bologna, il concorso “Premio Canzone d’Autore” di Ghedi, la vittoria al concorso “La musica nel web” del portale BresciaOnLine, oltre ad aperture per artisti del calibro di Gatto Panceri, Povia, Baccini e The Servant.

    I cinque brani presenti sull’EP, un delicato ed energico pop-rock in italiano, sono solo l’antipasto del primo album attualmente in fase di lavorazione.

    Per le anteprime dei brani, biografia completa, foto e altro cliccare qui:

    http://www.kandinskirecords.com/kandinsky/lultimopiano.html

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI