I finiani si organizzano. E potrebbero mettere sotto scacco Paroli

    0

    (e. cad.) Al momento, in Loggia, non esiste alcun finiano dichiarato. Ma dal consiglio comunale convocato per venerdì prossimo le cose potrebbero cambiare in maniera significativa. Tanto da mettere sotto scacco la maggioranza guidata da Adriano Paroli. La lista dei consiglieri comunali che vengono accreditati al Fli, infatti, è particolarmente lunga. Il primo nome è quello dell’ex indipendente Pdl (candidato con l’Udc alle scorse regionali) Giorgio Agnellini, che pochi giorni fa ha annunciato l’intenzione di uscire dal gruppo misto. Ma tra i simpatizzanti finiani, sostiene qualcuno, c’è anche Angelo Piovanelli, fresco di dimissioni alla presidenza della commissione Cultura. Ancora, voci non confermate vorrebbero in avvicinamento al Fli l’ex An Luigi Recupero e il dipietrista Alfredo Cosentini. Senza dimenticare che, dalla minoranza, più d’uno segnala che Luciano Cantoni (che, come Agnellini, alle regionali aveva scelto l’Udc) sarebbe pronto ad allontanarsi definitivamente dalla Castelletti. Insomma: il quadro in Loggia è in grande fermento e nel rimpasto di giunta annunciato da tempo il sindaco Adriano Paroli potrebbe essere obbligato a tenere conto di nuove presenze politiche nella sua maggioranza.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Mah, mi sembra che tanti facciano i furbi per cercare di rubacchiare più marmellata, senza neanche fare finta di avere un progetto politico. Tutti calcoli e spostamente di convenienza, in questo si che somigliano a Fini questi consiglieri comunali.

    2. Per me Agnellini è abbastanza serio, entrerà nell\’UDC e non mollerà il sostegno alla giunta. Non vedo possibili grandi ribaltoni, solo qualche furbetto come scrive Pierre

    LEAVE A REPLY