Crisi: Dallera chiama a raccolta il mondo economico bresciano

    0

    Contro la crisi meglio unire le forze. Sembra questo l’intento che sta dietro la lettera d’auguri che il presidente di AIB Giancarlo Dallera ha inviato nei giorni scorsi ai vertici delle altre organizzazioni economiche bresciane; una lettera a cui era allegato anche l’invito ad un incontro collegiale – da tenersi il 17 gennaio – all’ottavo piano dell’Aib. «Nel corso di questi ultimi giorni – scrive il presidente di Aib – ho avuto occasione di scambiare con alcuni di voi, valutazioni e commenti sull’andamento della crisi economica ed ho riscontrato il desiderio, da me pienamente condiviso, di poter fare a breve una riflessione comune sulle aspettative per il prossimo anno». L’invito è stato spedito ai presidenti di Ascom, Associazione Artigiani, Cna, Collegio Costruttori, Confartigianato, Cia, Confesercenti, Fai, Lega Cooperative, Unione Agricoltori, Confcooperative e Apindustria. Obiettivo: dare una scossa all’economia bresciana. Ma forse, dopo le critiche all’inerzia del mondo politico (leggi qui), anche un’implicita denuncia: finora a Brescia è mancata una regia (politica, ma non solo) in grado di coordinare gli interventi anticrisi. E forse anche il primo passo verso quella lobby delle imprese auspicata da Mattinzoli (leggi qui).  

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. lo dico senza polemiche o demagogia, ma solo per senso di realtà: di risposte SERIE dal mondo politico non me ne aspetto ne credo che verranno. a brescia come a roma. per vedere qualcosa di nuovo e concreto credo che ci dovremo affidare alla parte più illuminata del nostro sistema economico. non so se sarà una lobby delle imprese, ma mi aspetto qualcosa di importante. l\’unico augurio è che non sia l\’ennesima riunione per parlarsi addosso ma che abbia un vero spirito innovatore con misure concrete da mettere in campo

    2. mah…a me tutti questi imprenditori che vogliono farsi salvatori della patria proprio non piacciono! se hanno qualcosa da proporre che si candidino e poi li giudicheremo. così è troppo facile

    3. Ma che c\’entra candidarsi? Qui ci sono solo le associazioni di categoria che si incontrano per parlare di quel che si può fare per uscire dalla crisi, dal momento che la politica non si muove! C\’è bisogno di chiedere il permesso per fare questo? Io credo che sia un loro diritto! anzi, è quasi un dovere!

    LEAVE A REPLY