Smog, Castelletti all’attacco: ad oggi la giunta non ha ottenuto risultati

    0

    Riportiamo il comunicato con cui Brescia per passione, gruppo che fa riferimento a Laura Castelletti, critica la maggioranza sulla questione smog e chiede conto alla giunta dei risultati fino ad oggi ottenuti.

    ECCO IL TESTO

    Oramai anche le pietre sanno che Brescia è la terza città più inquinata d’Europa (dati Istat per l’Agenzia europea per l’Ambiente).

    Il 2010 si è chiuso con un totale di 112 giorni di superamento del valore limite delle PM10 (superiore a 50 microgrammi μg/m3) dato dalle due principali centraline della città. Dal primo al 25 gennaio le centraline del Broletto e del Villaggio Sereno registrano 23 giorni oltre le soglie consentite.

    I media locali scrivono e parlano del problema, i cittadini se ne preoccupano ed è evidente che l’amministrazione no ha individuato una strategia da seguire.

    L’amministrazione non affronta con la necessaria convinzione un’emergenza che certo non ha provocato, ma per quale non si sta assumendo la responsabilità di superare né con un’unità di crisi di esperti e medici ne tanto meno con un piano di interventi a lungo e medio termine.

    Il 2 febbraio del 2010 scorso il Sindaco Paroli annunciava che per affrontare l’emergenza smog era stato costituito un tavolo di lavoro, interno al Comune, con lo scopo di monitorare la qualità dell’aria e di studiare provvedimenti anti-inquinamento.

    Ad oggi la città non è ancora a conoscenza dei risultati di questo tavolo di studio né del piano d’azione.

    Il risanamento della qualità dell’aria per la tutela della salute di tutti i cittadini deve diventare una priorità nell’agenda politica di questa giunta, è ora di andare oltre l’ idea per cui l’inquinamento da polveri sottili è un problema complesso e che il nostro territorio è sfavorito dalla posizione. Questi presupposti dovrebbero essere uno sprono per fare meglio e di più, per incontrare e parlare con i cittadini e guidarli progressivamente verso uno stile di vita più rispettoso dell’ambiente e degli altri. Uno sprono per pungolare le Istituzioni competenti a perseguire provvedimenti e politiche su scala provinciale, regionale e sovraregionale per una seria lotta contro lo smog.

    Sollecitiamo quindi il Sindaco e l’Assessore ad affrontare concretamente la questione dell’inquinamento atmosferico condividendo con la città il piano di interventi per limitare il traffico veicolare, ridurre le emissioni in atmosfera di PM10 e migliorare la qualità dell’aria.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    LEAVE A REPLY