Tv, tanti canali ancora non si vedono. L’assessore Taurisano scrive al ministro

    0

    A oltre due mesi dal passaggio al digitale terrestre, in città come in provincia, molti canali televisivi non si vedono ancora. Un problema per molti cittadini, ma anche per le emittenti locali che stanno perdento investimenti pubblicitari e spettatori. Per questo l’assessore Claudia Taurisano ha deciso di scrivere al ministero per sollecitare un intervento.

     

    ECCO IL TESTO DEL COMUNICATO:

     

    L’assessore alla Sussidiarietà e trasparenza del Comune di Brescia, Claudia Taurisano, ha inviato una nota al Ministero dello Sviluppo economico – Dipartimento per le Comunicazioni affinché si attivi per la soluzione dei problemi di ricezione dei principali canali televisivi a seguito del passaggio al digitale terrestre del novembre 2010 e inviti le principali emittenti (Rai, Mediaset, La7) a effettuare una corretta comunicazione agli utenti sui problemi tecnici esistenti e sui tempi di soluzione.

    La richiesta di intervento è condivisa con le associazioni Adiconsum, Federconsumatori, Lega Consumatori e Movimento Consumatori con le quali, in data 12 gennaio 2011, il Comune ha sottoscritto un accordo di collaborazione per la promozione e la tutela dei consumatori.

    Riportiamo il testo della lettera che l’assessore Taurisano ha spedito al Ministero dello Sviluppo economico – Dipartimento per le Comunicazioni:

    “Il 26 novembre 2010 a Brescia si è realizzato il passaggio definitivo al digitale terrestre.

    Il Comune di Brescia, attraverso gli Uffici per le Relazioni con il Pubblico, ha predisposto un servizio informativo alla cittadinanza, sulle problematiche legate allo switch off, a supporto della campagna di comunicazione promossa dal Ministero delle Comunicazioni.

    Il Comune di Brescia ha anche attivato un protocollo di collaborazione con le Associazioni di Tutela dei Consumatori, le emittenti e la stampa locale per offrire la massima diffusione delle informazioni.

    Per l’applicazione di prezzi calmierati, per la verifica degli impianti e/o installazione/programmazione dei decoder, è stato sottoscritto un accordo di collaborazione con alcuni antennisti del territorio, in collaborazione con l’Azienda Lombarda per l’Edilizia Residenziale di Brescia e la sede di Brescia dell’Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari. Un accordo di collaborazione è stato inoltre definito con Associazioni di Volontariato attive sul territorio per interventi di supporto alle fasce deboli della popolazione, spesso in difficoltà per le operazioni di riprogrammazione dei decoder.

    A fronte del permanere delle difficoltà di ricezione delle trasmissioni, segnalate dai cittadini e dalle Associazioni dei consumatori, il 12 gennaio 2011 il Responsabile dell’Area Servizi al cittadino e Innovazione del Comune di Brescia ha mandato alla Rai una richiesta d’intervento per migliorare la qualità del segnale trasmesso dai ripetitori presenti sul territorio.

    In data 4 febbraio 2011 si è concordato con le associazioni Adiconsum, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori di sollecitare un intervento affinché codesto Ministero si attivi con urgenza per la soluzione dei problemi evidenziati, poiché compromettono il diritto dei cittadini all’informazione e inviti le principali emittenti (Rai, Mediaset, La7) a effettuare una corretta comunicazione agli utenti sui problemi tecnici esistenti e sui tempi di soluzione”.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. E’ UNA VERA INDECENZA! SONO TRE MESI CHE NON VEDO UN TUBO "CATODICO"
      EPPURE IL CANONE L’HO PAGATO… MA SONO PENTITO! L’ANNO PROSSIMO CI PENSERO’ DUE VOLTE.

    LEAVE A REPLY