L’alternativa a Paroli? Del Bono o Recupero. O “nessuno di loro” (e ora si vota per il sindaco migliore della provincia)

    0

     L’alternativa a Paroli è ancora Emilio Del Bono. Forse. E’ quanto emerge dal sondaggio (che lo ricordiamo non ha valore statistico e scientifico) lanciato nei giorni scorsi da BsNews.it. Il capogruppo del Partito democratico, infatti, è arrivato primo nel gradimento dei lettori con 1274 preferenze, seguito a ruota dall’ex esponente del Pdl (oggi Gruppo misto) Luigi Recupero (1181 voti). Ma altrettanto significativo è il numero (1155) di coloro che hanno scelto la voce “nessuno di questi”, nonostante il lungo elenco di nomi disponibili. In questa classifica, comunque, il terzo posto è andato al civico Francesco Onofri (674), seguito a ruota dall’ex socialista Laura Castelletti (659). Nettamente staccati tutti gli altri. Fiorenzo Bertocchi (Prc) si è fermato a quota 35, Alfredo Costentini (Idv) è arrivato a 12, uno in più dell’ex assessore (civica) Walter Braghini. Ultima in classifica la consigliera di Sel in Loggia Donatella Albini, con solo 9 voti.

     

    MA ORA SI VOTA PER IL SINDACO PREFERITO DELLA PROVINCIA

     

    http://www.bsnews.it/sondaggi.php

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Sempre puntuali i suoi interventi caro Padanus… Ma siamo sicuri che lei sappia leggere? Sul merito del sondaggio, invece, vorrei sottolineare il balzo di Recupero… Ma bisogna capire che fine farà Recupero…… Il suo famoso movimento annunciato tramite questo sito dov’è?

    2. Evidente che qualcuno ha giocato. I sondaggi di bs-news sono solo giochi fatti tanto per riempire lo spazio e attirare la curiosità dei lettori (1 voto a testa per giorno!). Poi c’è qualcuno che cerca di approfittare per mettersi in mostra. A parte Del Bono (se solo il PD lo avesse voluto avrebbe raccolto 20.000 voti) mi sembra che la lotta dei clic sia fra Nessuno e Recupero, entrambi del partito dei nessuno.

    3. peccato che in questo sondaggio mancasse la casella per Paroli. Anche Paroli potrebbe l’alternativa a Paroli, no? Sarebbe stato sicuramente più attendibile. Almeno fate un sondaggio per chi sarà l’alternativa a Paroli per il centro destra. Vedrete che vincerà ancora Recupero. hahahahah! Preso dalla foga vincerebbe anche il sondaggio per la mucca più bella delle stalle bresciane.

    4. se magari comincia potremmo cominciare a capire se è del livello di Rampinelli o Gitti o qualcosa di meglio (non ci vuole molto)

    5. Riporto di seguito la testimonianza di un esperimento fatto nella notte tra l’11 e il 12 febbraio scorsi. Rispondendo a un post che lamentava la mia assenza tra i candidati (francamente sarebbe stato insensato mettermici), ho spiegato e dimostrato come si fa a far crescere i voti, nonostante la regola del solo voto per giorno.
      I tre post sono in ordine di inserimento; se qualcuno vuole ripetere l’esperimento, basta chiedere…

      Lorenzo Cinquepalmi – Tempo Moderno
      Secondo me, nella lista dei candidati non sono io a mancare, ma Corsini. Se ci fosse, forse capiremmo perchè c’è tanta gente che vota "nessuno di questi". Quanto all’attendibilità del sondaggio, è certamente vero che chi vi abbia interesse può far crescere artificialmente il suo gradimento, aggirando agevolmente il blocco che dovrebbe limitare il voto a una sola espressione al giorno. Per dimostrarlo, invito il lettore a memorizzare l’orario di questo intervento, e poi andare a vedere come aumenta il voto di un candidato poco votato, per esempio Braghini. Mentre scrivo è a tre. Tra pochi minuti sarà a dieci. Questo spiega come certi "candidati" guadagnino 3/400 voti in poche ore…
      Sabato 12 Febbraio 2011, ore 00.12

      Lorenzo Cinquepalmi
      sono passati 10 minuti, Braghini è a 10 voti…
      Sabato 12 Febbraio 2011, ore 00.23

      Lorenzo Cinquepalmi – Tempo Moderno
      Fatto l’esperimento, tanto per far capire a tutti che quando un candidato guadagna 300 o 400 voti in poche ore, non è perchè 300 o 400 suoi sostenitori o simpatizzanti si accorgono di poterlo votare, ma perchè pochissimi, aggirando il meccanismo che dovrebbe impedire di dare più di un voto al giorno, lo clikkano ripetutamente, esattamente come ho fatto io con Braghini pochi minuti fa. Data questa premessa, il sondaggio interno alla giunta provinciale un significato può comunque averlo, perchè è un indice della capacità di mobilitazione di un amministratore pubblico e segna un gradimento politico, almeno interno alla sua componente. Altra cosa è il sondaggio su futuribili candidati, che non serve a descrivere rapporti di forza all’interno di una maggioranza al potere, ma le prospettive di eventuali competitori… il cui panorama dovrebbe essere il più completo possibile. Invece, il fatto che il pulsante più clikkato sia "nessuno di questi" fa capire che manca davvero qualcuno. anche perchè quello è il tasto che nessuno fa clikkare a ripetizione.
      Sabato 12 Febbraio 2011, ore 00.33

    6. Il Pd avrebbe bisogno di candidati e di leader nuovi, altrimenti resterà sempre un partito di ex, cioè un partito di perdenti.

    7. Cinquepalmi, lei è una persona intelligente…se vi fosse stato Corsini non cambiava molto…
      Penso che i "nessuno di questi" siano chiari anche per il buon Paolo!!!!

    LEAVE A REPLY