L’India salverà l’industria meccanica bresciana? La speranza è supportata dai dati

    0

    L’India salverà il settore dell’auto e la meccanica dalla crisi? A porsi la domanda è il centro studi di Aib che sottolinea come nel 2015 il paese asiatico sarà per l’auto il quarto mercato mondiale (secondo uno studio condotto da Booz & Co, una delle principali agenzie di consulenza al mondo). Che spazi si aprono dunque per Brescia, dove le imprese meccaniche e dell’automotive sono largamente diffuse? Secondo il Centro studi di AIB le prospettive sono buone. Anche a fronte di un quadro attuale di interscambio già positivo.

     

    Come rileva il Centro Studi dell’Associazione Industriale Bresciana, le esportazioni bresciane in India ammontano, con riferimento ai primi nove mesi del 2010, a 79 milioni di euro, in aumento del 26% rispetto allo stesso periodo del 2009 ma in flessione dell’8% rispetto al 2008.

    Nello stesso tempo, le importazioni, pari nel 2010 a 83,6 milioni di euro, sono aumentate del 16% rispetto all’anno scorso ma diminuite del 41% nei confronti del 2008. Nel periodo gennaio-settembre 2010 il saldo commerciale risulta quindi negativo (-4,6 milioni), comunque in miglioramento rispetto al 2009 (-9,1) e al 2008 (-55,9).

     

    La crescita dei flussi commerciali verso l’India è stata particolarmente elevata se confrontata con quanto realizzato nel 2010 dalla provincia di Brescia nel suo insieme (+17%).

    Tuttavia, le esportazioni verso l’India rappresentano solo lo 0,93% del totale delle vendite all’estero realizzate dalle imprese bresciane. Tale quota è però in sensibile aumento rispetto al 2008 (0,78%) e al 2009 (0,87%), a testimonianza del crescente interesse per le nostre produzioni da parte del Paese indiano.

    La dinamica particolarmente vivace dell’export bresciano è comunque inferiore a quanto realizzato a livello lombardo, dove le vendite in India, pari a quasi 875 milioni di euro, sono cresciute del 31% rispetto al 2009 e del 7% nei confronti del 2008.

    Le vendite bresciane in India hanno registrato un andamento migliore rispetto alla performance nazionale (+22% fra i primi 9 mesi del 2010 e il 2009) portando la quota dell’export provinciale al 3,41% rispetto al 3,32% del 2009.

    A livello settoriale, secondo le rilevazioni del Centro Studi AIB, le esportazioni bresciane in India si concentrano nei comparti metalmeccanici: il settore macchinari e apparecchiature, con un valore di oltre 35 milioni di euro (pari al 44,52% dei flussi totali), è seguito dai prodotti della metallurgia (oltre 9 milioni), dai prodotti in metallo (oltre 6,4 milioni), dagli autoveicoli e semirimorchi (4,6 milioni). Al di fuori dei settori metalmeccanici si segnalano le vendite di minerali da cave e miniere (6,7 milioni) e dei prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (4,8 milioni).

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    LEAVE A REPLY